Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF In Evidenza

In Evidenza

Joint Call for Proposals, 2013B
To the Astronomical Communities of Italy and the Nordic Countries Joint Call for Proposals, 2013B
CALL FOR PROPOSAL TNG & REM
also featuring HAN-GTO, PAOLO and first NOTTIME AOT 28 (2013B) is now open for proposals Applications for observing time for the period September 1st, 2013 - February 28th, 2014 are solicited and should be submitted by Friday 3rd May, 2013, 13:00 UT
CdA INAF del 13 febbraio
Il 13 febbraio si è riunito il Consiglio di Amministrazione dell’INAF. Quanto segue è un sintetico resoconto informale della seduta. Queste le principali decisioni assunte e gli argomenti affrontati:
Napolitano sulla ricerca: hanno vinto i tagli lineari
Il rammarico di Giorgio Napolitano espresso incontrando una delegazione dell'Associazione Gruppo 2003, della quale fanno parte, tra l'altro, vari esponenti INAF. La Germania, ha sottolineato il Capo dello Stato, ha aumentato gli investimenti, in Italia hanno vinto "resistenze e chiusure". Così il capo dello Stato, sottolineando di "avercela messa tutta" per far stanziare maggiori risorse.

Solar Orbiter è pronto a lasciare l’Europa

21/10/2019

In seguito alla positiva conclusione della campagna di test al centro Iabg di Monaco di baviera, l'Esa ha annunciato che il satellite Solar Orbiter è ora pronto per il trasferimento - previsto per il prossimo 30 ottobre - alla base di Cape Canaveral, negli Usa, dove avverrà il lancio nella notte tra il 5 e il 6 febbraio. Il commento di Marco Romoli dell'Università di Firenze, responsabile scientifico dello strumento italiano Metis

Un laboratorio di chimica nelle culle stellari

21/10/2019

È stato appena pubblicata una ricerca che riassume i risultati relativi alle osservazioni della protostella Hh212-mm, la sorgente più studiata dal radiotelescopio Alma. Lo studio mostra come le molecole complesse prebiotiche siano associate al disco che sta formando la stella

La “scioccante” origine del nitruro di fosforo

21/10/2019

In uno studio, recentemente accettato su Montly Notices of The Royal Astronomical Society, vengono descritti i risultati delle osservazioni in banda radio-millimetrica, eseguite da un gruppo a guida Inaf, su 33 regioni della nostra galassia contenenti una grande quantità di materia molecolare. Obiettivo: massimizzare la probabilità di rivelare molecole rare, come quelle contenenti fosforo, e aumentare in modo significativo il numero di regioni di formazione stellare in cui il nitruro di fosforo viene rivelato, al fine di migliorarne l’analisi statistica