Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Sedi Osservatorio di Cagliari

Osservatorio di Cagliari

Osservatorio di Cagliari

Osservatorio di Cagliari

Direttore Emilio Molinari

Indirizzo web http://www.oa-cagliari.inaf.it

Occhio sulla parabola: le webcam del radiotelescopio in tempo reale
Consulta le attività divulgative e iniziative didattiche
Consulta l’elenco telefonico

Nichi D’Amico e l’eredità che ci lascia

16/09/2020

Per ricordare Nichi D’Amico, presidente dell’Istituto nazionale di astrofisica, venuto improvvisamente a mancare lunedì sera – 14 settembre – all’età di 67 anni, condividiamo con voi lettrici e lettori le parole che ci hanno inviato Andrea Possenti e le colleghe e i colleghi dell’Osservatorio astronomico di Cagliari

Il cielo più bello del mondo

31/07/2020

Secondo i risultati di una nuova ricerca pubblicata ieri su Nature, il cielo notturno più terso del pianeta si trova in Antartide. Stiamo parlando del cielo di Dome A, che risulta essere caratterizzato da un seeing addirittura migliore di quello di Dome C: fino a 0.13 secondi d'arco. Media Inaf ha intervistato per l’occasione Marco Buttu dell’Inaf di Cagliari, che ha vissuto un anno in Antartide

Una telecamera acchiappa-bolidi per Srt

26/06/2020

Martedì 30 giugno, in occasione dell’Asteroid Day 2020, verrà inaugurata a Selargius, nella sede dell’Inaf di Cagliari, la nuova telecamera “all sky” fornita dal progetto Prisma. La destinazione finale sarà il Sardinia Radio Telescope, a San Basilio, e farà parte di una rete internazionale che sorveglia il cielo in cerca di bolidi – grandi meteore che possono arrivare fin sulla Terra sotto forma di meteoriti

Lampo radio da record per Srt

22/06/2020

Il Sardinia Radio Telescope ha osservato il nuovo fast radio burst ricorrente la cui scoperta, fatta con il telescopio canadese Chime, è uscita la settimana scorsa su Nature. Le nuove osservazioni con Srt, guidate da Maura Pilia dell’Inaf di Cagliari, hanno stracciato il precedente record in fatto di frequenza radio di osservazione, abbassandolo da 400 a 327 megahertz: la frequenza più bassa a cui siano mai stati osservati questi misteriosi ed elusivi fenomeni

Inattesi canali magnetici in una remota galassia

08/04/2020

Insolite strutture che emettono onde radio e un probabile collegamento dei campi magnetici tra i due lobi della remota radiogalassia Eso 137-006: sono questi i sorprendenti risultati dello studio condotto da un team internazionale di astronomi guidati da Mpati Ramatsoku, della Rhodes University e associata Inaf, e che vede coinvolti molti ricercatori dell'Istituto nazionale di astrofisica, pubblicato su Astronomy and Astrophysics

Ltt 9779b, il pianeta “ultra” terreno

21/09/2020

Grazie ai dati ottenuti dal satellite Tess, dai 23 telescopi della rete del Las Cumbres Observatory, dal telescopio Ngts e dallo strumento Harps, e con il contributo dell'osservatorio di Campo Catino, un team di astronomi guidato dall'Università del Cile ha scoperto Ltt 9779b: il primo di una classe di pianeti mai osservati prima d'ora, i nettuniani ultra caldi. I dettagli della scoperta su Nature Astronomy

Il violento passato di Ryugu e Bennu

21/09/2020

I ricercatori che lavorano alle missioni Hayabusa2 (Jaxa) e Osiris-Rex (Nasa) hanno trovato inaspettatamente rocce chiare sui rispettivi asteroidi Ryugu e Bennu: la scoperta fornisce nuovi solidi indizi sulla composizione e sull'origine dei corpi che li hanno impattati nella loro storia. Lo speciale su Nature Astronomy

Tracce di Vesta su Bennu

21/09/2020

Per la prima volta è stata osservata la contaminazione di un piccolo asteroide carbonaceo come Bennu da parte di materiale proveniente da un altro asteroide. La scoperta è stata fatta grazie agli strumenti a bordo della sonda spaziale della Nasa Osiris-Rex. Tra gli autori dello studio appena pubblicato su Nature Astronomy anche Giovanni Poggiali dell’Inaf