Personal tools
Log in

Skip to content. | Skip to navigation

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
You are here: Home Notizie INAF Radioastronomy at the speed of light

Radioastronomy at the speed of light

INAF’s radiotelescope at Noto, near Siracusa, plays a crucial role in European radioastronomy with its 32-meter dish, being one of the most southerly antennas in the European region. Since May 15, it is part of the international e-VLBI network. The VLBI (Very Long Baseline Interferometry).

INAF’s radiotelescope at Noto, near Siracusa, plays a crucial role in European radioastronomy with its 32-meter dish, being one of the most southerly antennas in the European region. Since May 15, it is part of the international e-VLBI network. The VLBI (Very Long Baseline Interferometry). "To become part of the e-VLBI network, a transfer rate of at least 1 gigabit per second is needed" says Mauro Nanni, of INAF's radioastronomy Institute, «We achieved it thanks to INAF, which provided funding for 130 km of optic fiber between Noto and Catania, and the GARR consortium, which manages the whole Italian network up to Milan». Meanwhile, Notos’ twin antenna at Medicina, near Bologna, which is already part of the e-VLBI network since 2006, has made its first observation using the new 10 Gbps link, thus matching the efficiency of Northern European antennas.

Dicibile e indicibile sui viaggi nel tempo

Sep 20, 2019

Sono previsti anche appuntamenti aperti al pubblico in occasione del convegno The Time Machine Factory 2019, che vede fra gli organizzatori l'Inaf e durante il quale si parlerà di curve temporali chiuse, ovvero tutto ciò che - pur non violando le leggi della fisica - può essere considerato "viaggio nel tempo", nonché delle possibili applicazioni alla metrologia relativistica e quantistica

Le storie parallele di Ryugu & Bennu

Sep 20, 2019

Tra i protagonisti assoluti del congresso mondiale di scienze planetarie in corso a Ginevra abbiamo trovato Ryugu e Bennu, i due asteoridi visitati rispettivamente dalla sonda giapponese Hyabusa2 e da quella statunitense Osiris-Rex. Abbiamo intervistato alcuni degli scienziati e scienziate connazionali coinvolti nelle missione riguardo alle ultime novità presentate al congresso

L’impatto che aumentò la biodiversità

Sep 19, 2019

Un grande asteroide viene frantumato fra Marte e Giove e, un paio di milioni di anni dopo, la vita sulla Terra fa un salto evolutivo strabiliante. Un nuovo studio di astrogeobiologia trova le connessioni tra eventi distanti ma avvenuti tutti più o meno mezzo miliardo di anni fa