Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home F.A.Q.

F.A.Q.

Domande poste di frequente

 

Posso dedicare una stella a qualcuno?

No, le stelle non possono essere in nessun modo acquistate o intitolate a qualcuno. Chi ve lo offre vi truffa. Si possono solo dedicare asteroidi, ma è un comitato scientifico internazionale che lo decide.

 

Ma è vero che il mondo finirà nel 2012? E cosa ne è di Nemesis piuttosto che dell'asteroide Apophis? Quanto c'è di vero in queste ipotesi catastrofiche?

Niente. Leggete Media.Inaf e avrete la verita!

 

Posso venire a Monte Mario per osservare il cielo?

L'Osservatorio di Monte Mario non è più attivo e ora ospita gli uffici centrali dell'INAF. Per quanto riguarda Roma potete rivolgervi all'Osservatorio Astronomico di Monte Porzio Catone e in generale sul territorio nazionale ai 12 Osservatori dell'Istituto.

 

E se volessi provare a osservare il cielo da solo? Come posso trovare stelle e pianeti in modo semplice?

Ci sono numerosi programmi per PC che simulano il cielo in ogni momento dell'anno e permettono di individuare facilmente gli oggetti celesti. Uno di questi, gratuito, è Stellarium, di cui abbiamo parlato in un articolo su Media.Inaf.

 

Come posso ottenere il patrocinio dell'INAF per l'iniziativa che sto organizzando?

Per richiedere il patrocinio dell'INAF è necessario inviare un abstract (massimo 10 righe) della proposta di progetto scientifico al Responsabile dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico e la Stampa con i riferimenti per richiedere ulteriori chiarimenti. La proposta verrà valutata nel suo valore scientifico-culturale e, se ritenuta valida, riceverà il patrocinio a l'autorizzazione all'utilizzo del logo INAF.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Polvere zodiacale di sistemi extrasolari

26/04/2018

Un gruppo di ricercatori del progetto Hosts sta utilizzando l'interferometro di Lbt per conoscere meglio la polvere stellare che protegge pianeti e altri oggetti in molti sistemi solari. In futuro, gli esperti saranno in grado di scoprire ancora più esopianeti grazie ai dati raccolti in Arizona

Korolev, cratere marziano nell’occhio di Cassis

26/04/2018

«La camera funziona molto bene, e lo dimostra questa bellissima immagine a colori ad alta risoluzione», dice Gabriele Cremonese dell’Inaf di Padova, co-pi dello strumento e responsabile per la generazione e archiviazione delle immagini 3D

Marte ti prendo e ti porto via

26/04/2018

È in corso in questi giorni a Berlino il secondo congresso “Mars Sample Return”: un incontro fra esperti da tutto il mondo per progettare una campagna d’esplorazione spaziale che abbia l’obiettivo di riportare sulla Terra campioni marziani. Ce ne parla John Robert Brucato