Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Privacy Documenti e risorse in materia di protezione dei dati personali

Documenti e risorse in materia di protezione dei dati personali

L’Istituto Nazionale di Astrofisica, con sede in Viale del Parco Mellini n. 84, IT-00136, Roma (PEC: inafsedecentralepcert.postecert.it, centralino +39 06.355339) è ente pubblico nazionale di ricerca con il compito di svolgere, promuovere e valorizzare la ricerca scientifica e tecnologica nei campi dellastronomia e dellastrofisica.

LINAF, vigilato dal Ministero dellIstruzione, dellUniversità e della Ricerca (MIUR), per lassolvimento delle proprie finalità istituzionali può svolgere attività di trattamento dei dati personali rilevanti ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (RGPD - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati); in questi casi, lIstituto opera in qualità di Titolare del trattamento.

Di seguito sono elencati i principali provvedimenti in materia di tutela dei dati personali, i regolamenti e gli strumenti di policy adottati dallIstituto per garantire il pieno rispetto delle prescrizioni del RGPD e della vigente normativa nazionale di settore e la modulistica che gli interessati possono utilizzare per esercitare i diritti previsti dagli articoli 15 e seguenti del Regolamento (UE) 2016/679.

Le istanze possono essere presentate, senza alcuna formalità, al Responsabile della Protezione dei Dati presso l’INAF ai seguenti recapiti: Email - rpd@inaf.it; PEC - rpd-inaf@legalmail.it


NORMATIVA

Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati)

 

Decreto legislativo 30 giugno 2003, numero 196, recante il "Codice in materia di protezione dei dati personali" (integrato con le modifiche introdotte dal Decreto legislativo 10 agosto 2018, numero 101, recante "Disposizioni per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati)"

 

REGOLAMENTI E STRUMENTI DI POLICY INAF

Delibera del Consiglio di Amministrazione del 20 novembre 2018, numero 106, ad oggetto "Definizione della organizzazione delle attività di trattamento di dati personali all'interno dell'Istituto Nazionale di Astrofisica"

 

Direttiva per l'utilizzo delle risorse informatiche dell'Istituto Nazionale di Astrofisica

 

Manuale per la gestione di Data Breach

 

MODULISTICA

Modulo per l'esercizio dei diritti in materia di protezione dei dati personali

 

INFORMATIVE

Informativa per il trattamento dei dati personali inerenti ai processi di gestione degli eventi e all’acquisizione di immagini o video

 

Informativa per il trattamento dei dati personali inerenti ai processi e ai procedimenti di competenza del Servizio di Staff alla Direzione Generale Relazioni con il Pubblico(U.R.P.)

 

Informativa per il trattamento dei dati personali inerenti ai processi e ai procedimenti di competenza del Responsabile della Protezione dei Dati

 

Informativa per il trattamento dei dati personali inerenti ai processi e ai procedimenti di competenza dell’Ufficio II “Gestione Bilancio, Contratti e Appalti” della Direzione Generale


Nuova luna per la Terra, minuscola ed effimera

27/02/2020

È grande quanto un’utilitaria, orbita attorno al nostro pianeta da circa tre anni e nell’arco di qualche settimana potrebbe abbandonarci. Si chiama 2020 CD3 e ad avvistarla per primo, a metà febbraio, è stato un astronomo polacco, Kacper Wierzchos. Che si sappia ha solo un precedente: la miniluna 2006 RH120, che ci fece compagnia dal settembre 2006 al giugno 2007

La fugace bellezza della clessidra celeste

27/02/2020

Situata a circa 6500 anni luce di distanza, Cvmp 1 è una nebulosa planetaria formatasi durante gli ultimi spasmi di una vecchia gigante rossa che, al termine della sua vita, ha soffiato via i suoi strati più esterni sotto forma di un violento vento stellare. Il caldo nucleo della stella progenitrice, irradiando i gas espulsi, li ha fatti brillare in una particolare forma a clessidra, catturata in questa immagine dall'Osservatorio Gemini

Balene accecate dalle macchie solari

27/02/2020

Uno studio su Current Biology mostra come le balene grigie abbiano maggiori probabilità di arenarsi nei giorni in cui sono presenti più macchie solari. È un aspetto ancora da approfondire, ma il “sesto senso“ basato sui campi geomagnetici adottato da questi cetacei per farsi strada nell'oceano sembrerebbe andare temporaneamente in tilt nei periodi di più intensa attività solare