Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home La SKA Organisation cerca un nuovo Engineering Project Manager

La SKA Organisation cerca un nuovo Engineering Project Manager

Il termine per l'invio delle domande scade l'11 dicembre 2014. Lo Square Kilometre Array sarà la rete di radiotelescopi più grande al mondo.

La SKA Organisation fa sapere che si è liberata una posizione come Engineering Project Manager presso la sede centrale all'osservatorio Jodrell Bank (Regno Unito). Lo Square Kilometre array, quando verrà completato nel 2020, sarà il network di radiotelescopi più grande al mondo.

L'Engineering Project Manager lavorerà a stretto contatto con il capo del progetto e sarà responsabile dei follow-up delle diverse fasi di lavoro, oltre che di alcuni pacchetti di lavoro: Central Signal Processing (CSP), Aperture Arrays (AA), Signal and Data Transport and Synchronisation and Timing (SaDT).
Inviare un curriculum vitae e lettera di presentazione a jobs@skatelescope.org. Il termine per la presentazione delle domane scade l'11 dicembre 2014.

CLICCA QUI per visionare il bando di concorso

archiviato sotto: ,

Oceano su Plutone, sotto una “coperta” di gas

20/05/2019

Secondo uno studio pubblicato su Nature Geoscience, al di sotto della superficie ghiacciata del bacino Sputnik Planitia di Plutone potrebbe trovarsi un oceano allo stato liquido. Questo sembra possibile grazie alla presenza di uno strato di gas idrati che, in base alle simulazioni presentate nello studio, potrebbe impedirne il congelamento

Così è la Luna di Ettore Perozzi

20/05/2019

Ecco un altro titolo dedicato al nostro satellite a mezzo secolo dallo storico sbarco. “Luna nuova. Tra mito e scienza dalle eclissi alle basi lunari” racconta la Luna attraverso le esperienze personali del suo autore, responsabile dell’ufficio per la sorveglianza spaziale dell’Asi

Al via “Pint of Science” Italia 2019

20/05/2019

Giunge alla quinta edizione italiana l’evento internazionale di divulgazione scientifica che porta gratuitamente la scienza nei pub: microplastiche, nanotecnologie, epigenetica, neuroscienze, autismo, tecnologie sostenibili, big data, social network e persino il restauro del sottosopra sono solo alcuni dei temi affrontati dalle centinaia di ricercatrici e ricercatori che si alterneranno nei locali di tutta Italia