Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Amministrazione trasparente Bandi di gara e contratti Bandi di gara

Bandi di gara

Bandi di gara

 

BANDI DI GARA E CONTRATTI INAF 01.01.2016 - 31.12.2016
indice dataset1
BANDI DI GARA E CONTRATTI INAF 01.01.2015 - 31.12.2015
indice dataset1
BANDI DI GARA E CONTRATTI INAF 01.01.2014 - 31.12.2014
indice dataset1
BANDI DI GARA E CONTRATTI INAF 01.12.2012 - 31.12.2013
indice dataset1 dataset2

 

 

BANDI DI GARA PRESSO LE SEDI TERRITORIALI INAF
Osservatorio Astrofisico di Arcetri
Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Bologna
Osservatorio Astronomico di Bologna
Istituto di Radioastronomia di Bologna
Osservatorio Astronomico di Brera
Osservatorio Astronomico di Cagliari
Osservatorio Astronomico di Capodimonte
Osservatorio Astrofisico di Catania
Osservatorio Astronomico di Teramo
Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Milano
Osservatorio Astronomico di Padova
Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Palermo
Osservatorio Astronomico di Palermo
Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali di Roma
Osservatorio Astronomico di Roma
Osservatorio Astrofisico di Torino
Osservatorio Astronomico di Trieste

 

Ultimo aggiornamento: 5 febbraio 2015

Partenza esplosiva per la rete Vlbi italiana

21/07/2017

In occasione dell’osservazione di un “giant flare” su Cygnus X-3, l’Italia inaugura operativamente la propria rete nazionale Vlbi (Very Large Baseline Interferometry) che comprende le antenne di Srt, Medicina e Noto. Nessun altro paese europeo è attualmente in grado di schierare tre antenne e di ottenere risultati così veloci e accurati dall’osservazione del cielo

Giulia e Ferdinando, due olimpionici al Tng

21/07/2017

Invitati alla fine di giugno a trascorrere cinque giorni sull’isola di La Palma, sede del Telescopio nazionale Galileo, i due vincitori senior delle Olimpiadi italiane d’astronomia hanno sfruttato l’occasione al meglio: preso il controllo del telescopio, lo hanno diretto verso due nuclei galattici attivi per ottenerne l’immagine

Energia oscura, l’acceleratore del cosmo

21/07/2017

Se la ”ricetta” che circola è quella giusta, con il suo 70 per cento la misteriosissima ”dark energy” è di gran lunga l’ingrediente più abbondante dell’universo. Ma che cos’è? Non abbiamo ancora una risposta, e questo rappresenta un problema enorme non solo per la cosmologia odierna ma anche per la fisica delle interazioni fondamentali