Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF A Stefano Andreon il premio IAA Fellow

A Stefano Andreon il premio IAA Fellow

L'International Astrostatistics Association (IAA) ha assegnato il premio "IAA Fellow" a Stefano Andreon, ricercatore INAF presso l'Osservatorio Astronomico di Brera

L'International Astrostatistics Association (IAA), associazione professionale che riunisce astronomi, fisici, esperti di statistica e informatica coinvolti nelle analisi statistiche di dati astronomici, ha assegnato il premio "IAA Fellow" a Stefano Andreon, ricercatore INAF presso l'Osservatorio Astronomico di Brera.


Il premio è stato assegnato con questa motivazione: "Per la sua attività per l'International Astrostatistics Association, sia come presidente che come membro del primo Consiglio della IAA; per i suoi rilevanti contributi nei testi di astrostatistica a per la sua dedizione nell'incoraggiare l'insegnamento delle scienze statistiche alle nuove generazioni di astronomi".

archiviato sotto: , ,

La pulsar sotto la lente

23/05/2018

Si trova in un sistema binario a 6500 anni luce da noi. La risoluzione record con la quale è stata osservata è dovuta all’effetto ”lente” prodotto dal gas della nana bruna che le orbita attorno. Potrebbe contribuire a spiegare la natura dei Fast Radio Bursts. Lo studio esce oggi su Nature

Zot, un alieno nelle viscere del Gran Sasso

23/05/2018

Un videogioco multipiattaforma nato da un progetto dell'Infn per aiutare studenti e docenti a trattare in aula alcuni dei temi di punta della fisica contemporanea. È appena stato premiato dal Forum per la pubblica amministrazione, sarà accessibile gratuitamente dal 27 maggio ed è tutto ambientato nei Laboratori nazionali del Gran Sasso

Sinapsi degli astronauti? Le salvo con un reboot

23/05/2018

Si chiama Susanna Rosi ed è una scienziata originaria di Castiglion Fiorentino la ricercatrice alla guida del team che ha scoperto, sperimentandolo per ora sui topi, un trattamento in grado di prevenire i danni cognitivi provocati dall’esposizione alle radiazioni cosmiche. Media Inaf l’ha intervistata