Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF A Giovanni Zamorani il San Giorgio

A Giovanni Zamorani il San Giorgio

Il Premio San Giorno della Camera di Commercio di Ferrara al Direttore dell'Osservatorio Astronomico di Bologna dell'INAF.

Il Premio San Giorno della Camera di Commercio di Ferrara a Giovanni Zamorani, Direttore dell'Osservatorio Astronomico di Bologna dell'INAF.

Zamorani è stato premiato per la sua straordinaria attività di ricerca nel campo dell'astronomia extragalattica e della cosmologia.

La cerimonia si è svolta sabato 30 novembre nella Sala Conferenze della Camera di Commercio di Ferara in occasione della 51ma edizione della Giornata della Riconoscenza provinciale a cui ha partecipato, insieme alle massime autorità locali, il presidente di Unioncamere Ferruccio Dardanello e il presidente di Confagricoltura Mario Guidi.

Giovanni Zamorani, si legge nella motivazione, è stato premiato “per le sua attività scientifica che lo ha portato a diventare uno dei punti di riferimento dell'astrofisica internazionale. La Camera di Commercio intende così premiare l'alto contributo di uno scienziato che, con capacità, impegno e straordinaria passione, è divenuto un esponente fra i più prestigiosi fra gli studiosi del settore”.

Vai al sito della Camera di Commercio:

http://www.fe.camcom.it/urp/stampa/comunicatistampa/2013-comunicati-stampa/Comunicato%20stampa-n.-82-28%20novembre-2013

Ltt 9779b, il pianeta “ultra” terreno

21/09/2020

Grazie ai dati ottenuti dal satellite Tess, dai 23 telescopi della rete del Las Cumbres Observatory, dal telescopio Ngts e dallo strumento Harps, e con il contributo dell'osservatorio di Campo Catino, un team di astronomi guidato dall'Università del Cile ha scoperto Ltt 9779b: il primo di una classe di pianeti mai osservati prima d'ora, i nettuniani ultra caldi. I dettagli della scoperta su Nature Astronomy

Il violento passato di Ryugu e Bennu

21/09/2020

I ricercatori che lavorano alle missioni Hayabusa2 (Jaxa) e Osiris-Rex (Nasa) hanno trovato inaspettatamente rocce chiare sui rispettivi asteroidi Ryugu e Bennu: la scoperta fornisce nuovi solidi indizi sulla composizione e sull'origine dei corpi che li hanno impattati nella loro storia. Lo speciale su Nature Astronomy

Tracce di Vesta su Bennu

21/09/2020

Per la prima volta è stata osservata la contaminazione di un piccolo asteroide carbonaceo come Bennu da parte di materiale proveniente da un altro asteroide. La scoperta è stata fatta grazie agli strumenti a bordo della sonda spaziale della Nasa Osiris-Rex. Tra gli autori dello studio appena pubblicato su Nature Astronomy anche Giovanni Poggiali dell’Inaf