Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Accordo quadro di cooperazione INAF-CNRS

Accordo quadro di cooperazione INAF-CNRS

L’accordo prevede, tra l’altro, la costituzione di un comitato scientifico paritetico di raccordo e il finanziamento di azioni congiunte di cooperazione internazionale: programmi internazionali di cooperazione scientifica (PICS), reti internazionali di ricerca europee (GDRI), e laboratori internazionali associati (LIA).

L’11 luglio è stato sottoscritto un accordo quadro di cooperazione scientifica tra il CNRS e l’INAF.

I due Enti, che già collaborano da molto tempo, auspicano che l’accordo possa rafforzare la cooperazione tra le rispettive comunità scientifiche nel settore dell’Astrofisica e dell’Astronomia.

L’accordo prevede, tra l’altro, la costituzione di un comitato scientifico paritetico di raccordo e il finanziamento di azioni congiunte di cooperazione internazionale: programmi internazionali di cooperazione scientifica (PICS) reti internazionali di ricerca europee, (GDRI) e laboratori internazionali associati (LIA).

Il primo bando congiunto di finanziamento, previsto dall’accordo, è riservato ai Programmi Internazionali di Cooperazione Scientifica (PICS) la cui scadenza è prevista per il 15 ottobre p.v e sarà pubblicato sulla pagina dell’Unità Relazioni Internazionali.

La prima call prevede il finanziamento di due PICS.

archiviato sotto: ,

Eclissi di Luna: iniziative dell’Inaf per il pubblico

20/07/2018

Il 27 luglio prossimo, su una volta celeste ricca di pianeti visibili a occhio nudo, andrà in scena l’eclissi di Luna più lunga del secolo, con oltre 100 minuti di totalità. Ecco le iniziative per l’evento promosse dall’Istituto nazionale di astrofisica

Si sente l’effetto della primavera su Marte

20/07/2018

«L’aver individuato un chiaro collegamento tra gli strati superiore e inferiore della ionosfera di Marte è un risultato molto importante per la missione del radar Marsis», commentano Marco Cartacci, Andrea Cicchetti e Raffaella Noschese dell’Inaf di Roma, tra gli autori di un nuovo studio sulle dinamiche atmosferiche marziane basato su dati dello strumento a bordo della sonda europea Mars Express

Giardini chimici nello spazio

20/07/2018

Gli astronauti della Expedition 56 a bordo della Iss stanno coltivando un giardino chimico per comprendere meglio l’impatto della gravità sulla crescita dei nanotubi. Mentre sulla Terra i colorati giardini chimici nei quali i cristalli crescono liberamente in ogni forma e colore, tendono a svilupparsi verso l’alto, ci si aspetta che a bordo della Stazione spaziale, in condizioni di microgravità, la crescita sia completamente diversa