Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Avviso individuazione candidati per la copertura della posizione di “project manager e technical lead” del progetto “ska-low”

Avviso individuazione candidati per la copertura della posizione di “project manager e technical lead” del progetto “ska-low”

Termine per la presentazione delle candidature: 20/11/2019

Nella sezione del sito "Lavora con noi" è disponibile l'avviso individuazione candidati per la copertura della posizione di “project manager e technical lead” del progetto “ska-low”, posizione di dirigente tecnologo da reclutare ai sensi dell’art.11, comma 1, lettera c), del regolamento del personale INAF.

La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata al 20/11/2019.

Per maggiori informazioni e la documentazione relativa, visita la pagina dell'avviso.

archiviato sotto: ,

Costante di Hubble? La parola al vuoto cosmico

04/06/2020

In base a una ricerca condotta dall'Università di Portsmouth, i vuoti cosmici presenti nell’universo garantiscono test più precisi sull’energia oscura e l'espansione cosmica. Utilizzando i dati della Sloan Digital Sky Survey, i ricercatori hanno confermato un universo piatto e ottenuto una nuova misura della costante di Hubble. Tutti i dettagli su Physical Review Letters

La febbre di Fobos

04/06/2020

Un team di scienziati del Jet Propulsion Lab della Nasa, dell'Arizona State University e della Northern Arizona University ha processato alcune immagini termiche della superficie della luna marziana Fobos inviate a Terra dalla sonda Mars Odyssey della Nasa. L'analisi ha fornito nuove indicazioni sull'origine enigmatica di questo corpo celeste

L’Artusi dei buchi neri

04/06/2020

Su The Astrophysical Journal un modello per interpretare la “dieta” dei buchi neri sparsi nell’universo, fra qui e 13 miliardi di anni fa. Firmano lo studio l’italiano Fabio Pacucci e un collega del Center for Astrophysics della Harvard e Smithsonian, Black Hole Initiative. Come tutti i modelli, servirà da linea guida per interpretare le osservazioni future