Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Avviso pubblico di disponibilità della posizione di Direttore dell'Osservatorio Astronomico di Cagliari

Avviso pubblico di disponibilità della posizione di Direttore dell'Osservatorio Astronomico di Cagliari

E' disponibile su questo sito web il Decreto del Presidente n. 04/2017 con il quale è stato emanato l'Avviso pubblico di selezione del Direttore dell'Osservatorio Astronomico di Cagliari dell'Istituto Nazionale di Astrofisica. Il termine per trasmettere le manifestazioni di interesse è fissato al 1° marzo 2017

E' disponibile su questo sito web il Decreto del Presidente n. 04/2017 del 19 gennaio 2017 avente in oggetto "indizione della procedura di selezione per la nomina del Direttore dell'Osservatorio Astronomico di Cagliari, ai sensi dell'art. 18 dello Statuto dell'Istituto Nazionale di Astrofisica".

Il termine per trasmettere le manifestazioni di interesse è fissato al 1° marzo 2017.

Per maggiori informazioni, consultare il Decreto n. 04/2017.

La pulsar sotto la lente

23/05/2018

Si trova in un sistema binario a 6500 anni luce da noi. La risoluzione record con la quale è stata osservata è dovuta all’effetto ”lente” prodotto dal gas della nana bruna che le orbita attorno. Potrebbe contribuire a spiegare la natura dei Fast Radio Bursts. Lo studio esce oggi su Nature

Zot, un alieno nelle viscere del Gran Sasso

23/05/2018

Un videogioco multipiattaforma nato da un progetto dell'Infn per aiutare studenti e docenti a trattare in aula alcuni dei temi di punta della fisica contemporanea. È appena stato premiato dal Forum per la pubblica amministrazione, sarà accessibile gratuitamente dal 27 maggio ed è tutto ambientato nei Laboratori nazionali del Gran Sasso

Sinapsi degli astronauti? Le salvo con un reboot

23/05/2018

Si chiama Susanna Rosi ed è una scienziata originaria di Castiglion Fiorentino la ricercatrice alla guida del team che ha scoperto, sperimentandolo per ora sui topi, un trattamento in grado di prevenire i danni cognitivi provocati dall’esposizione alle radiazioni cosmiche. Media Inaf l’ha intervistata