Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Bando di concorso relativo al XXXII ciclo di dottorato in Astrofisica

Bando di concorso relativo al XXXII ciclo di dottorato in Astrofisica

E' stato pubblicato il bando di concorso relativo al XXXII ciclo di dottorato in Astrofisica presso l'Università di Bologna, in convenzione con l'Istituto Nazionale di Astrofisica

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 19/04/2016 il bando di concorso relativo al XXXII ciclo di dottorato in Astrofisica presso l'Università di Bologna, in convenzione con l'Istituto Nazionale di Astrofisica.

Il bando prevede 7 posti di cui:

- 3 con borsa UNIBO a tema libero

- 3 con borsa INAF a tema vincolato da scegliere tra le seguenti 5 tematiche:

(1) Dynamical, chemical and ionization properties of Active Local Galaxies (Supervisore: F. Mannucci)

(2)The Lockman Hole Project: a panchromatic view of AGN populations (Supervisore: I. Prandoni)

(3) Understanding the formation of the first black holes: deep observations of the most distant QSOs (Supervisore: R. Gilli)

(4) Probing massive outflows in lensed and non-lensed high-z QSOs (Supervisore: M. Cappi)

(5)Tomography and radio emission in CLASH Clusters and Frontier Fields (Supervisore: M. Nonino)

- 1 senza borsa


La scadenza e' fissata per le ore 13 del 18 maggio 2016.

Il bando completo e' reperibile alla pagina: http://www.unibo.it/it/didattica/dottorati/2016-2017/astrofisica

archiviato sotto: ,

Girovita da urlo per le stelle di neutroni

23/11/2017

Questi oggetti unici nel nostro Universo racchiudono una massa pari a poco più di quella del Sole in una regione molto piccola, per questo hanno una densità enorme. Un gruppo di scienziati finlandesi è riuscito a definire con estrema precisione il raggio di una stella di neutroni

Tempesta, con possibili rovesci di antimateria

23/11/2017

Il fulmine è un fenomeno atmosferico tanto usuale quanto ancora misterioso, sotto diversi aspetti. Una rete giapponese di rivelatori per raggi gamma ha ora svelato come i fulmini possano produrre radioisotopi e antimateria. Con il commento di Martino Marisaldi dell’Università di Bergen

Inquinamento luminoso: i led sono sempre utili?

22/11/2017

Assodato che i led contribuiscono a non sprecare energia elettrica, gli esperti hanno dimostrato che, in alcuni casi, la ”luce del futuro” potrebbe incrementare l’inquinamento luminoso che invece si cerca di debellare. Un incremento che rischia di passare inosservato ai sensori di Viirs