Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Bando di concorso relativo al XXXII ciclo di dottorato in Astrofisica

Bando di concorso relativo al XXXII ciclo di dottorato in Astrofisica

E' stato pubblicato il bando di concorso relativo al XXXII ciclo di dottorato in Astrofisica presso l'Università di Bologna, in convenzione con l'Istituto Nazionale di Astrofisica

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 19/04/2016 il bando di concorso relativo al XXXII ciclo di dottorato in Astrofisica presso l'Università di Bologna, in convenzione con l'Istituto Nazionale di Astrofisica.

Il bando prevede 7 posti di cui:

- 3 con borsa UNIBO a tema libero

- 3 con borsa INAF a tema vincolato da scegliere tra le seguenti 5 tematiche:

(1) Dynamical, chemical and ionization properties of Active Local Galaxies (Supervisore: F. Mannucci)

(2)The Lockman Hole Project: a panchromatic view of AGN populations (Supervisore: I. Prandoni)

(3) Understanding the formation of the first black holes: deep observations of the most distant QSOs (Supervisore: R. Gilli)

(4) Probing massive outflows in lensed and non-lensed high-z QSOs (Supervisore: M. Cappi)

(5)Tomography and radio emission in CLASH Clusters and Frontier Fields (Supervisore: M. Nonino)

- 1 senza borsa


La scadenza e' fissata per le ore 13 del 18 maggio 2016.

Il bando completo e' reperibile alla pagina: http://www.unibo.it/it/didattica/dottorati/2016-2017/astrofisica

archiviato sotto: ,

La notte insonne dei ricercatori

24/09/2018

Torna questo venerdì l'annuale appuntamento con la Notte Europea dei Ricercatori. L'Inaf mette in campo una ricca offerta di iniziative che spaziano dai seminari scientifici ai laboratori per bambini, dalle visite guidate a molte delle nostre sedi, alle osservazioni al telescopio. Vediamole nel dettaglio, ce n'è per tutti i gusti.

E se le Nubi di Magellano fossero state un trio?

24/09/2018

Una nuova ipotesi, nata dall'osservazione del movimento delle stelle nella Grande Nube di Magellano, fa pensare che in origine la famosa coppia di galassie - visibili a occhio nudo nell'emisfero australe - fosse un terzetto, ma due di loro si sarebbero successivamente fuse tra tre e cinque miliardi di anni fa

Su quell’asteroide qualcosa si muove

23/09/2018

Impresa storica per la missione giapponese Hayabusa-2: i due moduli Rover-1A e Rover-1B sono approdati su Ryugu e funzionano correttamente, saltellando come grilli sull’asteroide e inviando a Terra le immagini. «È la prima volta che l’uomo manda sulla superficie di un piccolo corpo planetario un robot mobile», commenta entusiasta Ernesto Palomba dell’Inaf di Roma