Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Bando Prin INAF 2012

Bando Prin INAF 2012

E' stato firmato il bando PRIN INAF 2012 che trovate sul sito INAF

E' stato firmato il bando PRIN INAF 2012  che trovate sul sito INAF al seguente link:

http://www.inaf.it/it/sedi/sede-centrale-nuova/presidenza/decreti/archivio_dec/2013/decreto%2010_2013.pdf

E' quello di tipo generale. Tra pochissimo uscirà anche un bando "Tecno".

Il Presidente ringrazia il Direttore Scientifico, che gestisce l'operazione in prima persona, e il Direttore Generale.

"Il mio pensiero va - dice il Presidente Bignami - ai gruppi impegnati nelle ultime e convulse fasi della scrittura dei Progetti premiali, che sono vitali per l'Ente.INAF si aspetta che ciascuno faccia il suo dovere".

Eclissi di Luna: iniziative dell’Inaf per il pubblico

20/07/2018

Il 27 luglio prossimo, su una volta celeste ricca di pianeti visibili a occhio nudo, andrà in scena l’eclissi di Luna più lunga del secolo, con oltre 100 minuti di totalità. Ecco le iniziative per l’evento promosse dall’Istituto nazionale di astrofisica

Si sente l’effetto della primavera su Marte

20/07/2018

«L’aver individuato un chiaro collegamento tra gli strati superiore e inferiore della ionosfera di Marte è un risultato molto importante per la missione del radar Marsis», commentano Marco Cartacci, Andrea Cicchetti e Raffaella Noschese dell’Inaf di Roma, tra gli autori di un nuovo studio sulle dinamiche atmosferiche marziane basato su dati dello strumento a bordo della sonda europea Mars Express

Giardini chimici nello spazio

20/07/2018

Gli astronauti della Expedition 56 a bordo della Iss stanno coltivando un giardino chimico per comprendere meglio l’impatto della gravità sulla crescita dei nanotubi. Mentre sulla Terra i colorati giardini chimici nei quali i cristalli crescono liberamente in ogni forma e colore, tendono a svilupparsi verso l’alto, ci si aspetta che a bordo della Stazione spaziale, in condizioni di microgravità, la crescita sia completamente diversa