Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Il messaggio del Presidente Napolitano per l'Inaugurazione del Sardinia Radio Telescope

Il messaggio del Presidente Napolitano per l'Inaugurazione del Sardinia Radio Telescope

Vi proponiamo il messaggio che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha inviato al Presidente Bignami per la cerimonia di inaugurazione del Sardinia Radio Telescope, che con i 64 metri di diametro della sua parabola rappresenta il radiotelescopio più grande e avanzato in Europa e uno dei più grandi e innovativi al mondo

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione dell'inaugurazione dell'impianto scientifico 'Sardinia Radio Telescope' (SRT), ha inviato al Presidente dell'Istituto Nazionale di Astrofisica, Giovanni Fabrizio Bignami, un messaggio in cui esprime "apprezzamento per questo successo, frutto dell'eccellenza progettuale espressa dall'Istituto Nazionale di Astrofisica e dall'Agenzia Spaziale Italiana con il prezioso sostegno del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca scientifica e della regione Sardegna.
Questo prestigioso esempio di altissima e qualificata specializzazione scientifica e tecnologica si inserisce a pieno titolo nella lunga ed illustre tradizione del nostro paese nel campo della ricerca astronomica ed astrofisica e potrà promuovere il raggiungimento di nuovi traguardi, impensabili non molto tempo fa, nello studio e conoscenza dell'universo. 
Nel rivolgere a lei, gentile professore, al Ministro Carrozza, al Presidente della regione Cappellacci e a tutti gli intervenuti un cordiale saluto, invio a quanti hanno contribuito alla realizzazione di questo straordinario strumento astronomico un caloroso augurio di buon lavoro".

Roma, 30 settembre 2013

Stesse stelle, stesso ciclo?

22/09/2017

Ben poco si sa sulla periodicità dell’attività coronale delle stelle, osservabile ai raggi X: mancano infatti osservazioni di stelle a lungo termine in banda X. Ma c'è un'eccezione: il monitoraggio, lungo ben 15 anni, della stella HD 81809, realizzato con XMM/Newton

Eruzione solare “fotobomba” la cometa

22/09/2017

La “fotografia” che vale una vita… e proprio in quel momento qualcuno si mette in mezzo: tre anni fa, una bolla di plasma solare ha disturbato l’irripetibile osservazione del passaggio di una cometa vicinissima a Marte. Ma c’è qualcosa da imparare anche da questo, come dimostra un nuovo studio presentato al Congresso europeo di scienze planetarie, in corso a Riga

L’Esa punta in alto: l’obiettivo è la Luna

22/09/2017

Il futuro è il nostro satellite naturale, che dopo anni di esplorazioni nasconde ancora molti misteri. La Luna potrebbe essere usata come un trampolino di lancio verso il futuro dell'esplorazione dello spazio profondo, magari con equipaggi umani