Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Il messaggio del Presidente Napolitano per l'Inaugurazione del Sardinia Radio Telescope

Il messaggio del Presidente Napolitano per l'Inaugurazione del Sardinia Radio Telescope

Vi proponiamo il messaggio che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha inviato al Presidente Bignami per la cerimonia di inaugurazione del Sardinia Radio Telescope, che con i 64 metri di diametro della sua parabola rappresenta il radiotelescopio più grande e avanzato in Europa e uno dei più grandi e innovativi al mondo

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione dell'inaugurazione dell'impianto scientifico 'Sardinia Radio Telescope' (SRT), ha inviato al Presidente dell'Istituto Nazionale di Astrofisica, Giovanni Fabrizio Bignami, un messaggio in cui esprime "apprezzamento per questo successo, frutto dell'eccellenza progettuale espressa dall'Istituto Nazionale di Astrofisica e dall'Agenzia Spaziale Italiana con il prezioso sostegno del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca scientifica e della regione Sardegna.
Questo prestigioso esempio di altissima e qualificata specializzazione scientifica e tecnologica si inserisce a pieno titolo nella lunga ed illustre tradizione del nostro paese nel campo della ricerca astronomica ed astrofisica e potrà promuovere il raggiungimento di nuovi traguardi, impensabili non molto tempo fa, nello studio e conoscenza dell'universo. 
Nel rivolgere a lei, gentile professore, al Ministro Carrozza, al Presidente della regione Cappellacci e a tutti gli intervenuti un cordiale saluto, invio a quanti hanno contribuito alla realizzazione di questo straordinario strumento astronomico un caloroso augurio di buon lavoro".

Roma, 30 settembre 2013

Prime immagini dei falò sulla superficie del Sole

16/07/2020

Svelate oggi le prime immagini del Sole ottenute dalla missione Solar Orbiter dell’Esa. Lo strumento Metis, un coronografo italiano ottimizzato per l’osservazione dello strato più esterno dell’atmosfera solare, è in prima linea nell’osservazione dei “falò” solari, onnipresenti eruzioni in miniatura

Ngc 2992: un laboratorio per studiare i buchi neri

16/07/2020

Uno studio guidato da ricercatrici e ricercatori italiani di Asi, Inaf e Università Roma Tre mostra la presenza di lampi di alta energia provenienti dal disco di accrescimento attorno al buco nero della galassia Ngc 2992, catturata nella sua massima luminosità nei raggi X. Il “motore” che innesca questi lampi è un buco nero dalla massa pari a 30 milioni di volte quella del Sole

Alle origini della Space Diplomacy

16/07/2020

Ricorre domani, venerdì 17 luglio, il 45esimo anniversario dell’aggancio in orbita fra la navicella spaziale Apollo e la capsula Sojuz, coronamento della prima collaborazione tra gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica. Ripercorriamo con Roberto Della Ceca, responsabile dell’Unità per la gestione dei progetti spaziali dell’Inaf, le tappe di quella straordinaria missione spaziale e politica