Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Concorso fotografico "La Scienza!"

Concorso fotografico "La Scienza!"

Al via la prima edizione del concorso fotografico promosso dal Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica (DiSIT) dell'Università del Piemonte Orientale. La scadenza per la consegna dei materiali è fissata al 21 giugno prossimo.

Sono aperte le partecipazioni alla prima edizione del concorso fotografico promosso dal Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica (DiSIT) dell'Università del Piemonte Orientale "A. Avogadro". L'evento, finalizzato alla valorizzazione della cultura e della ricerca scientifica, si propone di coniugare le discipline scientifiche con l'arte e la bellezza. La partecipazione è rivolta a tutti.

Il regolamento è pubblicato sul sito internet del DiSIT: www.disit.unipmn.it.

La scadenza per la consegna dei materiali è fissata al 21 giugno prossimo.

archiviato sotto: ,

E se le Nubi di Magellano fossero state un trio?

24/09/2018

Una nuova ipotesi, nata dall'osservazione del movimento delle stelle nella Grande Nube di Magellano, fa pensare che in origine la famosa coppia di galassie - visibili a occhio nudo nell'emisfero australe - fosse un terzetto, ma due di loro si sarebbero successivamente fuse tra tre e cinque miliardi di anni fa

Su quell’asteroide qualcosa si muove

23/09/2018

Impresa storica per la missione giapponese Hayabusa-2: i due moduli Rover-1A e Rover-1B sono approdati su Ryugu e funzionano correttamente, saltellando come grilli sull’asteroide e inviando a Terra le immagini. «È la prima volta che l’uomo manda sulla superficie di un piccolo corpo planetario un robot mobile», commenta entusiasta Ernesto Palomba dell’Inaf di Roma

I saltellanti Minerva arrivano su Ryugu

21/09/2018

I tre mini-rover, poco più di un kg ciascuno, hanno il compito di generare immagini stereo della superficie di Ryugu. Non hanno le ruote, quindi per muoversi sull'asteroide dovranno saltellare