Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Conferenza APRE 2020: Commissione europea e comunità italiana R&I dialogano sul “nuovo” futuro

Conferenza APRE 2020: Commissione europea e comunità italiana R&I dialogano sul “nuovo” futuro

Confronti e formazione verso Horizon Europe dal 19 al 23 ottobre on line

La Conferenza Annuale APRE è uno degli eventi di riferimento per la comunità italiana Ricerca e Innovazione. Quest’anno la partecipazione è libera e aperta a tutti.

Cinque giorni on line per condividere conoscenza e discutere sul futuro che vogliamo costruire insieme. Dalla Commissione europea Jean-Eric Paquet Direttore generale DG Ricerca e Innovazione e i direttori: John Bell, Healthy Planet, Peter Droell, Prosperity, Jean-David Malo, Task Force EIC - European Innovation Council, Irene Norstedt,  People, Maria Cristina Russo, Cooperazione Internazionale, Lucilla Sioli, Intelligenza Artificiale e Industria Digitale (DG Connect).

TEMI DELLA CONFERENZA
Politiche, approcci e finanziamenti europei per l’ecosistema R&I: Green Deal, Cooperazione internazionale e sovranità tecnologica, Rinascimento digitale, Innovazione e Competitività del sistema industriale europeo e le sfide al centro del nuovo programma quadro ricerca e Innovazione Horizon Europe, tra i principali temi in agenda.

IL PROGRAMMA IN BREVE: CINQUE GIORNI, QUATTRO FORMAT

La Conferenza si apre il 19 ottobre: alle 16.30 l’intervento di Jean-Eric Paquet.

Dal 19 al 23 ottobre, ogni giorno appuntamento on line con le diverse sessioni: APREdialogue, APREmug, APREbrief, APREspace.


I rappresentanti della Commissione europea e delle istituzioni italiane si confrontano negli APREdialogue sui temi “caldi dell’agenda R&I.

Scopri gli APREdialogue in programma

Pensatori e attivisti dalle comunità di ricerca e innovazione si ritrovano negli APREmug con gli esperti APRE, per commentare e aprire nuove domande di lavoro.
Scopri gli APREmug in programma


Gli esperti APRE raccontano negli APREbrief le principali novità in arrivo con Horizon Europe Scopri gli APREbrief in programma


La rete dei soci APRE si incontra negli APREspace (workshop su invito)

UNA CONFERENZA APERTA A TUTTI Un appuntamento da non perdere per: ricercatori e università, industria e PMI, pubblica amministrazione e agenzie territoriali di sviluppo, comunità di innovatori e organizzazioni della società civile, chiunque sia interessato ai temi in programma.

Programma e registrazioni
www.aprecon2020.it
info
aprecon2020@apre.it

APRE - AGENZIA PER LA PROMOZIONE DELLA RICERCA EUROPEA

APRE – Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea, sostiene e promuove la partecipazione italiana ai programmi europei di Ricerca & Innovazione. Con i suoi 140 Soci, 14 sportelli regionali e un liaison office a Bruxelles, APRE costituisce un’associazione poliedrica dove i principali attori italiani di R&I si incontrano e si confrontano sui temi della ricerca europea.

 

La missione di APRE è coinvolgere pienamente gli attori italiani attivi in ricerca e innovazione nel panorama europeo e favorire la collaborazione tra gli stessi attori italiani e i protagonisti europei.

APRE ospita i Punti di Contatto Nazionale del programma quadro europeo per la ricerca e l’innovazione.

 

Quest’anno APRE compie 30 anni.

archiviato sotto: ,

Bennu: Neo-nato 1.75 milioni di anni fa

26/10/2020

Il tempo di vita di un asteroide è determinato dalla sua resistenza agli impatti con altri corpi minori. In uno studio pubblicato oggi su Nature, gli scienziati della missione spaziale Osiris-Rex hanno stimato direttamente – per la prima volta – la resistenza agli impatti di un asteroide, e di conseguenza l’età superficiale assoluta dei massi che lo costituiscono. Lo studio, che parte da un’analisi dettagliata delle dimensioni e della profondità dei crateri osservati sui massi dell'asteroide Bennu, indica che il corpo è a tutti gli effetti un Near Earth Object da circa 1,75 milioni di anni.

I tentacoli magnetici della galassia medusa JO206

26/10/2020

È alla somiglianza con le meduse e i loro lunghi tentacoli che una particolare tipologia di galassie deve il suo nome. Molti dei fenomeni che avvengono nelle caratteristiche code di gas delle “galassie medusa“ sono però ancora poco noti. Ora un team italo-tedesco di ricercatori ha studiato in dettaglio una di queste galassie, scoprendo la presenza di intensi campi magnetici nella sua coda, probabilmente amplificati e modellati dal gas intergalattico circostante che impatta contro di essa

La strana coppia da record

26/10/2020

Un gruppo di ricerca internazionale guidato dal Max Planck Institute for Gravitational Physics ha identificato una misteriosa sorgente di raggi gamma. Si tratta di un sistema binario da record: una pesante stella di neutroni con una compagna di massa molto bassa a solo 1.3 volte la distanza Terra-Luna, che le orbita attorno in 75 minuti, a una velocità di oltre 700 chilometri al secondo. Tutti i dettagli su ApJ Letters