Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Esito Consultazione informale del Mercato per CTA

Esito Consultazione informale del Mercato per CTA

L’INAF-Istituto Nazionale di Astrofisica intende con il presente Avviso verificare la presenza nel mercato di riferimento di operatori economici interessati a partecipare, singolarmente od in forma associata, ad una possibile procedura di gara a rilevanza comunitaria per la fornitura, nell’ambito del progetto internazionale Cherenkov Telescope Array a cui il predetto Istituto partecipa, di n. 9 (nove) unità di Telescopi Cherenkov Modello SST - ASTRI – 2M, le cui specifiche tecniche sono riportate nella relazione illustrativa allegata (All. n. 1).

Allegato tecnico

Il testo completo

Esito della Consultazione Informale di Mercato relativa ala fornitura di 9 (nove) Telescopi Cherenkov Modello SST-ASTRI-2M nell’ambito del Progetto Internazionale CTA.

In relazione alla procedura in oggetto, pubblicata il 2 Luglio 2015 e scaduta il 20 Luglio 2015, si comunica l’elenco dei soggetti che hanno sottomesso una espressione di interesse.

Elenco soggetti Mercato

  • ASTER S.p.A.
  • CAEN S.p.A.
  • EIE Group s.r.l.
  • Evoelectronics srl
  • Flabeg FE GmbH
  • MindWay srl
  • MT Meccatronica SpA
  • MT Mechatronics GMbh
  • NITEL (Consorzio Interuniversitario)
  • SITAEL SpA
  • Thermacore Europe
  • Trans-Tech s.r.l.

Ltt 9779b, il pianeta “ultra” terreno

21/09/2020

Grazie ai dati ottenuti dal satellite Tess, dai 23 telescopi della rete del Las Cumbres Observatory, dal telescopio Ngts e dallo strumento Harps, e con il contributo dell'osservatorio di Campo Catino, un team di astronomi guidato dall'Università del Cile ha scoperto Ltt 9779b: il primo di una classe di pianeti mai osservati prima d'ora, i nettuniani ultra caldi. I dettagli della scoperta su Nature Astronomy

Il violento passato di Ryugu e Bennu

21/09/2020

I ricercatori che lavorano alle missioni Hayabusa2 (Jaxa) e Osiris-Rex (Nasa) hanno trovato inaspettatamente rocce chiare sui rispettivi asteroidi Ryugu e Bennu: la scoperta fornisce nuovi solidi indizi sulla composizione e sull'origine dei corpi che li hanno impattati nella loro storia. Lo speciale su Nature Astronomy

Tracce di Vesta su Bennu

21/09/2020

Per la prima volta è stata osservata la contaminazione di un piccolo asteroide carbonaceo come Bennu da parte di materiale proveniente da un altro asteroide. La scoperta è stata fatta grazie agli strumenti a bordo della sonda spaziale della Nasa Osiris-Rex. Tra gli autori dello studio appena pubblicato su Nature Astronomy anche Giovanni Poggiali dell’Inaf