Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Dai cieli di Raffaello ai cieli del Terzo Millennio

Dai cieli di Raffaello ai cieli del Terzo Millennio

Quando la storia dell’arte incontra l’astronomia. Martedì 1 settembre 2020, ore 19.00 Palazzo Ducale, Sala del Consiglio Maggiore. Con Francesca Matteucci ed Elizabeth Vermeer

In occasione della 26esima edizione del Festival Internazionale della Poesia a Genova l’attenzione iniziale del programma si concentra sul cielo, come schermo di proiezione trasversale che accoglie i concetti più diversi, dalla religione alla filosofia, dalla scienza all’arte. Nella cornice del cinquecentenario della morte di Raffaello Sanzio una conferenza a più voci riflette l’approccio teorico con cui le relatrici impostano il discorso che, pur ripercorrendo l’evoluzione del cielo nell’astrofisica e dall’altro canto nell’arte, non si ferma nella storia. Le prospettive recenti conducono direttamente ai cambiamenti climatici e all’inquinamento luminoso del cielo, perciò l’arte contemporanea ha bisogno di artisti con una consapevolezza ecologica ed ambientale e con un’etica che divengono valori sociali fondamentali.

Indagare sui punti d’interazione tra astronomia e storia dell’arte in merito alla rappresentazione del cielo è il focus di questo evento costruito su varie materie come l’astrofisica, l’arte, la letteratura, la poesia e la musica. Non è un caso che esista una connessione culturale con il cielo e con l’universo, oltre a quella scientifica, perché gli artisti e gli astronomi sono spinti entrambi dal desiderio di ricercare, di esplorare e di scoprire, e una volta raggiunta la meta, restano sopraffatti dallo stupore.

L'incontro si avvale della presenza diFrancesca Matteucci, astrofisica, Dipartimento di Fisica dell’Università di Trieste, membro del Consiglio scientifico dell’INAF Istituto Nazionale di Astrofisica e membro dell’Accademia dei Lincei; Elisabeth Vermeer, architetto paesaggista e fondatrice di Design of the Universe (Art&Science). Le due relatrici raccontano il cielo in modo complementare, dal punto di vista della scienza e dal punto di vista della storia dell’arte. Già precedentemente Francesca Matteucci ha partecipato a vari progetti di Elisabeth Vermeer come in occasione di “Il Cielo negato” dedicato alle donne nella scienza, in particolare nell’astronomia, nel 2018 a Firenze e “Chi sono io” sulle donne dimenticate lungo la storia nella Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne nel 2019 a Trieste.

La conferenza si completa con un Reading di Patrizia Battaglia, contralto e voce recitante del Teatro Carlo Felice di Genova, che invita gli spettatori ad un viaggio poetico nei libretti dell’opera attraverso i secoli. Anche Patrizia Battaglia, instancabile, è impegnata da molti anni sul fronte dell’uguaglianza di genere mai veramente raggiunta. Il suo contributo a questo progetto illustra come, nel campo della poesia e della musica, l’astronomia con il cielo e il sistema solare è sempre stata una fonte d’ispirazione per tutti coloro che si esprimono tramite la scrittura o le note, fino a tal punto che alcuni hanno acquisito una notevole cultura astronomica.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra il Festival Internazionale della Poesia e l’Atelier Design of the Universe, impegnato da dieci anni nella produzione di progetti interdisciplinari con pratiche interattive tra la scienza e la arti, come tra l’altro in alcune edizioni del Festival della Scienza di Genova. Partecipano alla realizzazione: Fondazione Palazzo Ducale; Osservatorio Astronomico di Genova; ArteDisegno snc, Genova; Calliope Bureau Pubbliche Relazioni.

Martedì 1 settembre a partire dalle ore 17.00, prima della conferenza sui cieli, l’Osservatorio Astronomico di Genova proporrà l’osservazione del Sole in tutta sicurezza con due strumenti dedicati: uno con filtro h-alfa per l’identificazione dei fenomeni superficiali ed uno con filtro in luce bianca per l’individuazione delle macchie solari. L’incontro con il pubblico interessato si svolgerà davanti alla Stanza della Poesia in Piazza Giacomo Matteotti, 70 (Palazzo Ducale), Genova.

archiviato sotto: ,

Urto sulla fiancata della Via Lattea

20/10/2020

Un nuovo studio del Rensselaer Polytechnic Institute ha presentato le prove, trovate in prossimità della costellazione della Vergine, di una collisione laterale tra la Via Lattea e una galassia nana, avvenuto presumibilmente 2.7 miliardi di anni fa. Si tratta di strutture a guscio, nelle quali sono concentrate stelle che una volta dovevano appartenere alla galassia nana. Tutti i dettagli su ApJ

Genova, la continuità nel cambiamento

20/10/2020

La diciottesima edizione del Festival della Scienza di Genova risente profondamente gli effetti della pandemia: per studenti e insegnanti si è scelto di proporre solo un'offerta a distanza, ma che prevede la realizzazione di alcuni eventi in presenza, tra i quali la mostra "Into the unknown", ideata da Giannandrea Inchingolo, e realizzata a cura dall’Inaf in collaborazione con il Cineca. E poi un ricco programma di conferenze e laboratori, tra cui una serie di incontri dedicati alla pandemia dal titolo emblematico "L’onda Covid: capire per reagire". Un titolo che speriamo sia un augurio

Due pianeti per tre cime

20/10/2020

Immortalati tra le pittoresche Tre Cime di Lavaredo e lo sfondo stellato della Via Lattea, Giove e Saturno sono i protagonisti della foto astronomica del giorno scelta oggi dalla Nasa, opera dell’astrofotografa Giorgia Hofer di Valle di Cadore