Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF E' ora del 5x1000

E' ora del 5x1000

Il cinque per mille all'INAF: se volete sostenere la ricerca astrofisica anche con questa scelta, assolutamente gratuita, il codice fiscale dell'Istituto da inserire negli appositi moduli delle dichiarazioni dei redditi è 97220210583

Si avvicina il momento della dichiarazione dei redditi e partono in concomitanza le campagne di sensibilizzazione dell’8 e del 5 per mille. Sia chiaro, le due non sono in competizione. Si può donare l’8 per mille e il 5. Entrambe non costano nulla al cittadino, ma se la prima è un’opportunità per sostenere la propria Chiesa, la seconda è la possibilità di aiutare la ricerca, quella che sia, sostenendo enti, associazioni, fondazioni che operano nei diversi settori della conoscenza.

L’Istituto Nazionale di Astrofisica è tra questi. E come ogni anno apre la sua campagna di sostegno alle proprie attività. In passato la dedicammo al Sardina Radio Telescope che, in periodi di crisi finanziaria e di tagli, sembrava avere a rischio il proprio futuro. Un futuro che invece è stato confermato con la sua inaugurazione lo scorso 29 settembre.

Quest’anno sottolineiamo l’ottimo risultato dei premiali, a dimostrazione dell’eccellenza dei ricercatori INAF, il fatto che, per la prima volta, l’astrofisica è entrata nei punti cardine del Piano Nazionale della Ricerca, accanto allo Spazio che ne ha sempre fatto parte.

Una qualità riconosciuta anche dall’ANVUR al momento del suo primo rapporto, ma anche da report internazionali. Una eccellenza che coinvolge anche la divulgazione scientifica. INAF si è fatto promotore, insieme a RAI Educational, di un canale RAI dedicato alla scienza, un’iniziativa che sta ottenendo, grazie alla sensibilità della presidente Anna Maria Tarantola, i suoi risultati.

Non resta che segnalare il codice fiscale dell'INAF: 97220210583

Guida al 5×1000

archiviato sotto: ,

Altra misura della costante di Hubble

18/09/2019

Un gruppo internazionale guidato dall’Istituto Max Planck per l'astrofisica di Garching ha utilizzato due potenti sistemi di lenti gravitazionali per riuscire a stimare, grazie a 740 supernove, un valore della costante di Hubble pari a 82 +/- 8 chilometri al secondo per megaparsec, superiore a quella dedotta dal fondo cosmico a microonde. Tutti i dettagli su Science

Archi coronali da capo a piedi

18/09/2019

Un team di ricercatori guidato da Fabio Reale dell’Università e dell’Inaf di Palermo ha identificato alcune piccole regioni della cromosfera che brillano nella banda ultravioletta con i piedi di archi coronali, riscaldati a temperature fino a quasi 10 milioni di gradi e luminosi per qualche decina di minuti. Lo studio è pubblicato su ApJ

Le turbolente nubi del Serpente Cosmico

17/09/2019

Per la prima volta, un team internazionale guidato dall'Università di Ginevra è stato in grado di rilevare nubi molecolari in un progenitore della Via Lattea a circa 8 miliardi di anni luce, grazie a una risoluzione spaziale senza precedenti di 90 anni luce. Queste osservazioni mostrano che le nubi hanno una massa, una densità e una turbolenza interna superiori rispetto alle nubi ospitate nelle galassie vicine ed inoltre producono molte più stelle.