Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Francesco Palla, 1954 - 2016

Francesco Palla, 1954 - 2016

Nella notte tra martedì e mercoledì scorsi è improvvisamente venuto a mancare a Rolle in Svizzera, dove si trovava per partecipare al Council della European Astronomical Society, il professor Francesco Palla


Nella notte tra martedì e mercoledì scorsi è improvvisamente venuto a mancare a Rolle in Svizzera, dove si trovava per partecipare al Council della European Astronomical Society, il professor Francesco Palla.

Nato a Roma nel 1954, dove compì tutti i suoi studi, inclusi quelli universitari presso l'Università La Sapienza, dopo un periodo di ricerca presso il Dipartimento di Astronomia della Cornell University ad Ithaca, New York, si trasferisce come Astronomo presso l'Osservatorio Astrofisico di Arcetri. In questa struttura INAF ha ricoperto la carica di Direttore dal 2005 al 2011.

I principali campi di ricerca in cui è stato coinvolto riguardano l'origine ed evoluzione delle stelle e dei sistemi planetari nella nostra Galassia e nell'universo primordiale ed e' autore di uno dei testi Universitari piu' autorevoli sull'argomento: "The Formation of Stars" nonche'  docente del corso sul Mezzo Interstellare all'Universita' di Firenze.

Dal 2011 Francesco Palla ha fatto parte del Board della EAS-Società Astronomica Europea ed era  Editor-in-Chief della rivista The Astronomy and Astrohysics Review.  Ha sempre svolto  un'intensa attività di divulgazione verso il grande pubblico e verso le scuole,  anche nel ruolo di Presidente dell'Associazione Astronomica Amici di Arcetri.

"L’inaspettata scomparsa di Francesco Palla ci vede tutti affranti e increduli" dice Nicolò D'Amico, presidente dell'INAF. "Scienziato e uomo di grande spessore, Francesco ha costituito sempre per tutti noi un riferimento autorevole. I suoi talenti, la sua intelligenza, il suo carattere, sono per noi indimenticabili".

archiviato sotto: ,

Bennu: Neo-nato 1.75 milioni di anni fa

26/10/2020

Il tempo di vita di un asteroide è determinato dalla sua resistenza agli impatti con altri corpi minori. In uno studio pubblicato oggi su Nature, gli scienziati della missione spaziale Osiris-Rex hanno stimato direttamente – per la prima volta – la resistenza agli impatti di un asteroide, e di conseguenza l’età superficiale assoluta dei massi che lo costituiscono. Lo studio, che parte da un’analisi dettagliata delle dimensioni e della profondità dei crateri osservati sui massi dell'asteroide Bennu, indica che il corpo è a tutti gli effetti un Near Earth Object da circa 1,75 milioni di anni.

I tentacoli magnetici della galassia medusa JO206

26/10/2020

È alla somiglianza con le meduse e i loro lunghi tentacoli che una particolare tipologia di galassie deve il suo nome. Molti dei fenomeni che avvengono nelle caratteristiche code di gas delle “galassie medusa“ sono però ancora poco noti. Ora un team italo-tedesco di ricercatori ha studiato in dettaglio una di queste galassie, scoprendo la presenza di intensi campi magnetici nella sua coda, probabilmente amplificati e modellati dal gas intergalattico circostante che impatta contro di essa

La strana coppia da record

26/10/2020

Un gruppo di ricerca internazionale guidato dal Max Planck Institute for Gravitational Physics ha identificato una misteriosa sorgente di raggi gamma. Si tratta di un sistema binario da record: una pesante stella di neutroni con una compagna di massa molto bassa a solo 1.3 volte la distanza Terra-Luna, che le orbita attorno in 75 minuti, a una velocità di oltre 700 chilometri al secondo. Tutti i dettagli su ApJ Letters