Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Il resconto del CdA del 21 giugno

Il resconto del CdA del 21 giugno

Il 21 giugno si è riunito il Consiglio di Amministrazione dell’INAF. Quanto segue è un sintetico resoconto informale della seduta.

1) ratifica di tre decreti del Presidente (nn. 26/12 e 27/12, per il conferimento, rispettivamente al Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Palermo ed al Direttore dell’Osservatorio Astrofisico di Catania, della delega alla sottoscrizione della richiesta di finanziamento alla Regione Siciliana nell’ambito del Programma Operativo Obiettivo Convergenza 2007-2013; n. 35/12 avente ad oggetto la modifica del tempo produttivo annuo del personale dell’INAF);

2) assegnazione straordinaria per il finanziamento di progetti riconducibili ai cc.dd. “Large Programmes ESO”;

3) approvazione definitiva del Disciplinare di Organizzazione e Funzionamento (DOF);

4) approvazione definitiva del Disciplinare missioni;

5) nuove deliberazioni in tema di limiti di spesa su missioni di servizio, con particolare riguardo alle spese di missioni, gravanti su fondi pubblici, relative a progetti di ricerca e di sviluppo tecnologico di interesse nazionale ed internazionale finanziati a seguito di bandi competitivi;

6) approvazione variazioni di bilancio per nuove entrate;

7) discussione sul nuovo Regolamento del Personale dell’Ente; il dibattito ha esaurito la trattazione dei primi 17 articoli del documento;

8) discussione Idoneità Nazionali: il Consiglio ha esaminato i vari aspetti della questione al fine di individuare un idoneo percorso di fattibilità per l’introduzione di un albo di idoneità per il personale scientifico e tecnologico dell'INAF;

9) approvazione della partecipazione dell’INAF all’Associazione “AIS3 – Associazione Italiani e Serbi Scienziati e Studiosi”, tesa a favorire la cooperazione tra le istituzioni nazionali di ricerca dei due Paesi;

10) approvazione della relazione sulla performance 2011.

archiviato sotto: ,

Così si oscurò Betelgeuse

13/08/2020

Cosa fece impallidire per mesi, dal novembre 2019 all’aprile 2020, una fra le stelle più brillanti del cielo? Una possibile risposta arriva ora da una lunga campagna osservativa condotta in banda ultravioletta con il telescopio spaziale Hubble: la responsabile fu una nube di polvere prodotta a seguito di un’imponente emissione di plasma dalla stella stessa

E alla fine esplosero le nane nere

13/08/2020

Il fisico Matt Caplan dell'Università dell'Illinois propone sulle pagine di Monthly Notices of the Royal Astronomical Society una nuova teoria, alternativa allo spegnimento lento e sommesso, su quello che sarà – tra innumerevoli miliardi di anni – l’ultimo atto del cosmo. «Uno spettacolo che non potrà comunque avere spettatori», commenta Massimo Della Valle dell’Inaf di Napoli

Molto giovane, incredibilmente ordinata

12/08/2020

Trovare una galassia così “composta“ a 12 miliardi di anni luce da noi è stata una grande sorpresa. Visto da Alma grazie a una lente gravitazionale, il suo è il disco galattico più ordinato mai osservato nell’universo primordiale. A firmare l’articolo, uscito oggi su Nature, un team guidato da una dottoranda del Max Planck originaria del Salento, Francesca Rizzo