Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Indagine di mercato dell'Osservatorio di Trieste

Indagine di mercato dell'Osservatorio di Trieste

Le manifestazioni di interesse entro il 24 dicembre 2019

L’Osservatorio Astronomico di Trieste dell’INAF effettua un’indagine di mercato per l’individuazione di operatori economici  da invitare ad una procedura negoziata tramite RDO sul MEPA per l’affidamento triennale del servizio di pulizie delle proprie Sedi di Castello Basevi, di Villa Bazzoni e di Basovizza.

Gli interessati potranno presentare le proprie candidature all’indirizzo PEC inafgareoatrieste@legalmail.it entro il 24 dicembre 2019.

Il testo integrale dell’avviso e la modulistica necessaria per la presentazione delle manifestazioni di interesse sono disponibili nella sezione "Amministrazione trasparente" del sito web dell’Osservatorio di Trieste al seguente link: http://www.oats.inaf.it/index.php/it/2014-09-12-11-41-37/ammin_trasparente.html

archiviato sotto: ,

Così Perseverance raccoglierà 43 pezzi di Marte

04/06/2020

Ultime fasi di integrazione in vista del lancio per il rover della Nasa. Il 20 maggio il team di Perseverance ha completato il caricamento dei 43 tubi di campionamento e del sistema di archiviazione del Sample Caching System, un insieme di tre robot che consentirà al rover di prelevare, fotografare e archiviare campioni di roccia marziana, in vista di un’eventuale missione di recupero per il rientro a Terra

Costante di Hubble? La parola al vuoto cosmico

04/06/2020

In base a una ricerca condotta dall'Università di Portsmouth, i vuoti cosmici presenti nell’universo garantiscono test più precisi sull’energia oscura e l'espansione cosmica. Utilizzando i dati della Sloan Digital Sky Survey, i ricercatori hanno confermato un universo piatto e ottenuto una nuova misura della costante di Hubble. Tutti i dettagli su Physical Review Letters

La febbre di Fobos

04/06/2020

Un team di scienziati del Jet Propulsion Lab della Nasa, dell'Arizona State University e della Northern Arizona University ha processato alcune immagini termiche della superficie della luna marziana Fobos inviate a Terra dalla sonda Mars Odyssey della Nasa. L'analisi ha fornito nuove indicazioni sull'origine enigmatica di questo corpo celeste