Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Avvio della selezione per il conferimento degli incarichi di Direzione dell'Osservatorio d'Abruzzo e dell'Osservatorio di Catania

Avvio della selezione per il conferimento degli incarichi di Direzione dell'Osservatorio d'Abruzzo e dell'Osservatorio di Catania

Le candidature entro il 18 settembre 2018

Si rende noto che, con Decreto del Presidente del 31 luglio 2018, numero 42, è stata indetta la procedura di selezione per la nomina dei Direttori dell’Osservatorio Astronomico d’Abruzzo e dell’Osservatorio Astrofisico di Catania, ai sensi dell’articolo 18 dello Statuto dell’Istituto Nazionale di Astrofisica.

Le candidature dovranno essere presentate, secondo le modalità previste nell’Avviso di selezione allegato al predetto Decreto, entro e non oltre il 18 settembre 2018.

Per maggiori informazioni, consultate il Decreto n. 42/2018.

archiviato sotto: ,

Il pianeta più caldo conosciuto

14/06/2019

La combinazione di osservazioni fatte con lo spettrografo Carmenes al telescopio di 3.5 metri dell'Osservatorio di Calar Alto e lo spettrografo Harps-N al Telescopio nazionale Galileo ha permesso di rivelare nuovi dettagli su un pianeta extrasolare ultra caldo. La sua temperatura superficiale supera i 2000 gradi e rappresenta il pianeta più caldo conosciuto

Vesta ha una cicatrice primordiale

14/06/2019

Un gruppo internazionale di ricerca a guida giapponese ha scoperto che la storia evolutiva dell'asteroide Vesta è stata profondamente influenzata da una massiccia collisione. Nello studio, pubblicato su Nature Geoscience, il team individua l'epoca esatta in cui l'impatto - che aiuta a spiegare la forma irregolare dell'asteroide - è avvenuto: 4525 milioni di anni fa, non molto dopo la formazione della crosta

Incidente galattico per la Via Lattea

14/06/2019

Un gruppo di scienziati sostiene che la collisione della galassia nana Antlia 2 con la Via Lattea sia responsabile delle increspature che la nostra galassia presenta nella parte esterna del suo disco. Le prove sono nella seconda release dei dati di Gaia e i ricercatori coinvolti nella scoperta avevano previsto l’esistenza della galassia coinvolta nello scontro dieci anni fa