Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF “The Italian Innovation” - Nuovi format di promozione integrata

“The Italian Innovation” - Nuovi format di promozione integrata

Il MAECI, in collaborazione con alcuni dei principali Enti di ricerca italiani, tra cui l'INAF, ha realizzato nuovi format di promozione integrata sulle eccellenze della scienza e della tecnologia italiana. L’iniziativa sarà presentata dall’On. Ministro Di Maio, insieme ai Presidenti dei sei Enti coinvolti, in una diretta streaming in programma martedì 16 marzo

Nell’ambito della sua azione per il rilancio del Sistema Paese, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in collaborazione con alcuni tra i principali Enti di ricerca italiani, ha realizzato nuovi format di promozione integrata destinati a valorizzare e promuovere le eccellenze della scienza e della tecnologia italiana sui mercati esteri.

I prodotti sono stati concepiti con l'Agenzia Spaziale Italiana (ASI), l'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), l'Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile (ENEA) e l’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS).

I format consistono in video in alta definizione (in formato HD e 4K), portali interattivi, cataloghi multimediali delle industrie innovative e visite virtuali di laboratori e centri di ricerca. I settori individuati sono: spazio, astrofisica, agroalimentare, ambiente ed economia circolare, tecnologie applicate alla medicina ed ai beni culturali e tecnologie marine. Il materiale, realizzato prioritariamente in lingua inglese, prevede versioni in russo, cinese, arabo spagnolo e portoghese, nonché differenti formati al fine di raggiungere una più ampia e variegata fetta di pubblico.

I prodotti potranno essere diffusi e valorizzati nei mercati esteri attraverso la rete diplomatico-consolare del MAECI, sia per campagne promozionali del sistema dell’innovazione italiana sia in ambito di fiere e missioni di sistema, incontri istituzionali di vario livello e ogni altra occasione ritenuta utile per la diffusione e valorizzazione all'estero del Sistema Italia.

L’obiettivo dell’iniziativa è di dare adeguata visibilità internazionale alle capacità ed alle potenzialità dell’Italia nei settori dell'innovazione promuovendo l’immagine di un Paese altamente competitivo che vuole essere all'avanguardia nel rispondere alle sfide del futuro.

L’iniziativa sarà presentata dall’On. Ministro Di Maio, insieme ai Presidenti dei sei Enti coinvolti, in occasione di una diretta streaming sul canale YouTube della Farnesina (https://www.youtube.com/user/MinisteroEsteri), martedì 16 marzo 2021 alle ore 15.00.

 

Di seguito il programma dettagliato dell'evento (cliccare sull'immagine per una visualizzazione a piena risoluzione).

 

Slide_save_date.jpg

archiviato sotto: ,

Europa, persiste vapore nell’emisfero del mistero

18/10/2021

Un ambiente come Europa, a 780 milioni di chilometri dal Sole, potrebbe ospitare la vita? Nel tentativo di rispondere a questa domanda e di comprendere appieno la struttura atmosferica delle lune ghiacciate, si fanno avanti nuovi risultati pubblicati sulla rivista Geophysical Research Letters che confermano la presenza di vapore acqueo sulla luna di Giove e ne suggeriscono la persistenza ma, misteriosamente, soltanto in uno dei suoi emisferi

Buchi neri come vulcani, fanno pure “anelli di fumo“

18/10/2021

Bolle, anelli e filamenti di “fumo intergalattico”: osservate per la prima volta con grande dettaglio, queste spettacolari strutture di gas caldo tracciano l’attività ciclica dei buchi neri supermassivi indietro nel tempo fino a 200 milioni di anni fa e rivelano il loro grande impatto sull'evoluzione del mezzo intergalattico

Galassia grande mangia galassia piccola

18/10/2021

L’inesorabile legge di natura vale anche per le galassie satellite, che crescono “mangiando” galassie più piccole. Lo dimostra uno studio su Nature Astronomy, realizzato da ricercatori dell’Università di Bologna e dell’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf), che ha individuato per la prima volta, all’interno della Grande Nube di Magellano, un ammasso stellare che ha avuto origine in una galassia diversa