Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF JWST Info Day

JWST Info Day

L'INAF Osservatorio Astronomico di Roma a Monte Porzio Catone ospiterà il 17 marzo prossimo una giornata dedicata alle ultime ‘news’ sugli strumenti del telescopio spaziale James Webb Space Telescope (JWST), il cui lancio è previsto per ottobre 2018

Il lancio del telescopio spaziale James Webb Space Telescope  (JWST) di NASA, ESA e CSA è programmato per ottobre 2018.  JWST permetterà di esplorare la storia e la formazione delle stelle e galassie, da quelle generate subito dopo il Big Bang a quelle più recenti, e sarà all’avanguardia per gli studi dei pianeti extrasolari e della loro formazione.

Per cogliere questa eccezionale opportunità oltre 100 ricercatori dell’INAF parteciperanno alla giornata dedicata alle ultime ‘news’ sugli strumenti di JWST organizzata  presso l’Osservatorio Astronomico di Roma (OAR) a Monte Porzio Catone il 17 marzo 2017.  Si discuterà di strumentazione, strategie osservative e di come utilizzare al meglio questo formidabile telescopio spaziale.

Organizzatori: E. Brocato, R. Carini, L. Pentericci, P. Santini e M. Tosi

archiviato sotto: ,

La notte insonne dei ricercatori

24/09/2018

Torna questo venerdì l'annuale appuntamento con la Notte Europea dei Ricercatori. L'Inaf mette in campo una ricca offerta di iniziative che spaziano dai seminari scientifici ai laboratori per bambini, dalle visite guidate a molte delle nostre sedi, alle osservazioni al telescopio. Vediamole nel dettaglio, ce n'è per tutti i gusti.

E se le Nubi di Magellano fossero state un trio?

24/09/2018

Una nuova ipotesi, nata dall'osservazione del movimento delle stelle nella Grande Nube di Magellano, fa pensare che in origine la famosa coppia di galassie - visibili a occhio nudo nell'emisfero australe - fosse un terzetto, ma due di loro si sarebbero successivamente fuse tra tre e cinque miliardi di anni fa

Su quell’asteroide qualcosa si muove

23/09/2018

Impresa storica per la missione giapponese Hayabusa-2: i due moduli Rover-1A e Rover-1B sono approdati su Ryugu e funzionano correttamente, saltellando come grilli sull’asteroide e inviando a Terra le immagini. «È la prima volta che l’uomo manda sulla superficie di un piccolo corpo planetario un robot mobile», commenta entusiasta Ernesto Palomba dell’Inaf di Roma