Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF L’Università di Dubna conferisce a Massimo Capaccioli la Laurea ad Honorem

L’Università di Dubna conferisce a Massimo Capaccioli la Laurea ad Honorem

Massimo Capaccioli, professore emerito dell’Università Federico II di Napoli e già direttore dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte dell’INAF, ha ricevuto lunedì scorso la laurea Honoris Causa dall’Università di Dubna, in Russia

Massimo Capaccioli, professore emerito dell’Università Federico II di Napoli e già direttore dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte dell’INAF, ha ricevuto lunedì scorso la laurea Honoris Causa dall’Università di Dubna, in Russia. A consegnare il riconoscimento è stato Dmitri Farsaev, rettore dell’Ateneo della città che ospita l’Istituto Unito per la Ricerca Nucleare, fondato nel 1947 e dove ha lavorato anche il fisico italiano Bruno Pontecorvo.

Nella sua attività di ricerca, che spazia dalla dinamica ed evoluzione dei sistemi stellari alla cosmologia osservazionale, il prof. Capaccioli ha prodotto oltre 500 articoli scientifici. Tra I risultati più significativi quelli riguardanti la natura dei sistemi stellari “caldi”, l’abbondanza della materia oscura nell’universo e la scala delle distanze cosmiche.

Il trait d’union che lega il prof. Capaccioli alla Russia è senza dubbio il Telescopio VST (VLT Survey Telescope), ideato e realizzato durante il suo periodo alla guida dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte, in sinergia con lo European Southern Observatory. VST è un telescopio a grande campo, il più grande al mondo della sua categoria, che sta raccogliendo numerosi e importanti successi scientifici. Entrato in servizio nel 2011 presso l’Osservatorio di Cerro Paranal sulle Ande cilene, VST è equipaggiato con due “occhi” russi: specchi di altissima qualità, prodotti e lavorati dalla compagnia russa LZOS. Il legame dello scienziato italiano con l’Università di Dubna si è consolidato negli anni: Massimo Capaccioli infatti visita frequentemente l’Ateneo, dove tiene lezioni e trascorre periodi di studio.

archiviato sotto: ,

Un asteroide dedicato a Mario Rigutti

23/07/2019

All’astronomo e divulgatore scientifico triestino è stato dedicato l’asteroide (33823) 2000 CQ1. «Per me, abituato a non aspettare compensi o particolari riconoscimenti per quello che di buono posso aver fatto, è stata una notevole e gradita sorpresa», dice lo scienziato a Media Inaf

Il piacere di ragionare con Gabriele Ghisellini

23/07/2019

Nel suo agile “Astrofisica per curiosi” l’astrofisico dell’Inaf di Brera fa vivere ai lettori l’emozione di comprendere, conducendoli – passo passo, con rigore – lungo percorsi tanto affascinanti quanto vincolati quali la storia dell’universo e la vita delle stelle

L’idrogeno perduto, scovato da MeerKat

23/07/2019

Un team internazionale guidato da Paolo Serra dell’Inaf di Cagliari chiarisce una contraddizione finora irrisolta: la sproporzione tra polveri e idrogeno nel mezzo interstellare della galassia Ngc 1316. Lo strumento utilizzato è MeerKat, uno dei radiotelescopi “precursori” di Ska, lo Square Kilometre Array