Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF La Royal Astronomical Society premia Matt Taylor e il team di Planck

La Royal Astronomical Society premia Matt Taylor e il team di Planck

Assegnati dalla Royal Astronomical Society come riconoscimento annuale a individui o gruppi che hanno ottenuto risultati significativi, il Service Award for Geophysics e Group Achievement Award del 2018 sono andati, rispettivamente, allo scienziato di Rosetta e ai ricercatori della missione Esa per la cosmologia

Lo scienziato Matt Taylor dell’Agenzia spaziale europea ha ricevuto il Service Award for Geophysics 2018 dalla Royal Astronomical Society (Ras) per il suo contributo eccezionale alla missione Rosetta, mentre al team della missione Planck è andato il Group Achievement Award per i suoi straordinari risultati in cosmologia.

I due premi sono stati annunciati il 12 gennaio come riconoscimento annuale della Ras a individui o gruppi che hanno ottenuto risultati significativi nei campi dell'astronomia e della geofisica.

Leggi il comunicato stampa dell'Esa

archiviato sotto:

Hubble gioca a Legus con le stelle

18/05/2018

Resa disponibile quella che a oggi è la più accurata e completa visione nell’ultravioletto di galassie con formazione stellare nel nostro vicinato cosmico: una raccolta di immagini di cinquanta galassie osservate in varie bande di radiazione dal telescopio spaziale Nasa/Esa e integrate da un esteso catalogo delle stelle e degli ammassi stellari presenti in trenta di esse

Emissione laser dalla Nebulosa Formica

17/05/2018

Di recente un team internazionale di astronomi ha scoperto un'insolita emissione laser che suggerisce la presenza di un sistema binario nascosto nel cuore di questa nebulosa

Il destino d’un gioviano? È scritto nelle stelle

17/05/2018

Le stelle con gioviani caldi presentano una metallicità maggiore di quelle con gioviani freddi. Lo suggerisce uno studio spettroscopico, guidato da Jesus Maldonado dell’Inaf di Palermo, pubblicato su Astronomy & Astrophysics