Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Procedura negoziata, previa consultazione, dell'IAPS di Roma

Procedura negoziata, previa consultazione, dell'IAPS di Roma

Le manifestazioni di interesse, finalizzate alla acquisizione di un “Braccio di misura portatile a coordinate (PCMM, Portable Coordinate Measuring Machine) per ispezione, analisi dimensionale e metrologia 3D”, entro le ore 13:00 del giorno 27 ottobre 2017.

Si rende noto che, con Determinazione del Direttore dell'Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali di Roma del 10 ottobre 2017, numero 235, è stata avviata una procedura negoziata, previa consultazione ai sensi dell'art. 36, comma 2, lettera b), del decreto legislativo 18 aprile 2016, numero 50, per l'acquisizione di un "Braccio di misura portatile a coordinate (PCMM, Portable Coordinate Measuring Machine) per ispezione, analisi dimensionale e metrologia 3D".

Tutta la documentazione è già disponibile nella sezione "Amministrazione trasparente" (Sotto-sezione "Gare ad evidenza pubblica IAPS attive") del sito web dell'IAPS di Roma ed è consultabile ai link sotto elencati:

archiviato sotto: ,

Ryugu, un asteroide da favola

22/01/2019

In attesa che il team della missione Hayabusa-2 decida il punto migliore in cui prelevare il campione di terreno da riportare a terra, tredici regioni dell’asteroide Ryugu hanno ora delle denominazioni ufficiali, derivate da racconti tradizionali per l’infanzia

L’ultimo respiro di una stella morente

22/01/2019

Il Very Large Telescope dell’Eso ha catturato il debole, effimero bagliore che emana dalla nebulosa planetaria Eso 577-24: un guscio di gas ionizzato incandescente destinato ad affievolirsi fino a sparire nell’arco di 10mila anni

Risolto il mistero del giorno di Saturno

21/01/2019

Usando i dati della sonda spaziale Cassini della Nasa, i ricercatori hanno determinato la durata esatta di un giorno su Saturno, pari a 10 ore, 33 minuti e 38 secondi. La risposta a questo mistero scientifico era nascosta nei suoi anelli, che risentono delle oscillazioni del campo gravitazionale provocate da vibrazioni all’interno del pianeta. Tutti i dettagli sono riportati su Astrophysical Journal.