Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Programma nazionale di ricerche in Antartide

Programma nazionale di ricerche in Antartide

Pubblicato dal Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, il nuovo Bando PNRA che mette a disposizione 2,2 milioni di euro per progetti di ricerca da svolgersi in Antartide. Tra i temi proposti: Relazioni Sole-Terra e space weather, l'Universo sopra l'Antartide. Termine per le presentazioni delle domande: ore 12 del 23 marzo 2015

Dinamica dell'atmosfera e processi climatici, dinamica della calotta polare, dinamica della Terra solida ed evoluzione della criosfera, dinamica degli oceani polari. Relazioni Sole-Terra e space weather, l'Universo sopra l'Antartide, Evoluzione - adattamento e biodiversità, l'Uomo in ambienti estremi, contaminazione ambientale, paleoclima, problematiche e rischi ambientali, tecnologia: innovazione e sperimentazione.

Sono le materie alle quali dovranno essere dedicati i progetti di ricerca e raccolta dati che vorranno concorrere per l’assegnazione dei 2,2 milioni di euro messi a disposizione dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, attraverso il Bando PNRA (Programma Nazionale di Ricerche in Antartide).

Una valutazione premiale sarà assicurata alle proposte coordinate da giovani ricercatori, anche con l’obiettivo di favorire il necessario ricambio generazionale all'interno del sistema nazionale della ricerca.

Le domande dovranno essere trasmesse entro e non oltre le ore 12.00 del 23 marzo 2015 utilizzando il servizio telematico SIRIO.

Maggiori informazioni e il bando completo sono disponibili a questo indirizzo.

archiviato sotto: ,

Eclissi di Luna: iniziative dell’Inaf per il pubblico

20/07/2018

Il 27 luglio prossimo, su una volta celeste ricca di pianeti visibili a occhio nudo, andrà in scena l’eclissi di Luna più lunga del secolo, con oltre 100 minuti di totalità. Ecco le iniziative per l’evento promosse dall’Istituto nazionale di astrofisica

Si sente l’effetto della primavera su Marte

20/07/2018

«L’aver individuato un chiaro collegamento tra gli strati superiore e inferiore della ionosfera di Marte è un risultato molto importante per la missione del radar Marsis», commentano Marco Cartacci, Andrea Cicchetti e Raffaella Noschese dell’Inaf di Roma, tra gli autori di un nuovo studio sulle dinamiche atmosferiche marziane basato su dati dello strumento a bordo della sonda europea Mars Express

Giardini chimici nello spazio

20/07/2018

Gli astronauti della Expedition 56 a bordo della Iss stanno coltivando un giardino chimico per comprendere meglio l’impatto della gravità sulla crescita dei nanotubi. Mentre sulla Terra i colorati giardini chimici nei quali i cristalli crescono liberamente in ogni forma e colore, tendono a svilupparsi verso l’alto, ci si aspetta che a bordo della Stazione spaziale, in condizioni di microgravità, la crescita sia completamente diversa