Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Programma nazionale di ricerche in Antartide

Programma nazionale di ricerche in Antartide

Pubblicato dal Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, il nuovo Bando PNRA che mette a disposizione 2,2 milioni di euro per progetti di ricerca da svolgersi in Antartide. Tra i temi proposti: Relazioni Sole-Terra e space weather, l'Universo sopra l'Antartide. Termine per le presentazioni delle domande: ore 12 del 23 marzo 2015

Dinamica dell'atmosfera e processi climatici, dinamica della calotta polare, dinamica della Terra solida ed evoluzione della criosfera, dinamica degli oceani polari. Relazioni Sole-Terra e space weather, l'Universo sopra l'Antartide, Evoluzione - adattamento e biodiversità, l'Uomo in ambienti estremi, contaminazione ambientale, paleoclima, problematiche e rischi ambientali, tecnologia: innovazione e sperimentazione.

Sono le materie alle quali dovranno essere dedicati i progetti di ricerca e raccolta dati che vorranno concorrere per l’assegnazione dei 2,2 milioni di euro messi a disposizione dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, attraverso il Bando PNRA (Programma Nazionale di Ricerche in Antartide).

Una valutazione premiale sarà assicurata alle proposte coordinate da giovani ricercatori, anche con l’obiettivo di favorire il necessario ricambio generazionale all'interno del sistema nazionale della ricerca.

Le domande dovranno essere trasmesse entro e non oltre le ore 12.00 del 23 marzo 2015 utilizzando il servizio telematico SIRIO.

Maggiori informazioni e il bando completo sono disponibili a questo indirizzo.

archiviato sotto: ,

L’incanto del lotto 139

21/05/2018

L’Osservatorio astronomico di Palermo dell’Inaf si è aggiudicato all’asta, per 240 euro, il diploma di laurea honoris causae in filosofia e matematica al suo secondo direttore, Niccolò Cacciatore. Acquisizione resa possibile anche grazie al parere di una volontaria del servizio civile, Giada Genua, esperta di archivistica

Il Carma di Orione

21/05/2018

Ogni cosa è interconnessa in un intreccio di legami causa-effetto, ma il problema è capire come. Utilizzando due diversi radiotelescopi, un gruppo di ricerca guidato dall’Università statunitense di Yale ha creato una mappa dettagliata e “animata” della vicina regione di formazione stellare Orione, che permette di vedere in azione il processo di nascita di nuove stelle

Hubble gioca a Legus con le stelle

18/05/2018

Resa disponibile quella che a oggi è la più accurata e completa visione nell’ultravioletto di galassie con formazione stellare nel nostro vicinato cosmico: una raccolta di immagini di cinquanta galassie osservate in varie bande di radiazione dal telescopio spaziale Nasa/Esa e integrate da un esteso catalogo delle stelle e degli ammassi stellari presenti in trenta di esse