Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Seconda Call del programma AstroFIt “ASTRONOMY FELLOWSHIPS IN ITALY”

Seconda Call del programma AstroFIt “ASTRONOMY FELLOWSHIPS IN ITALY”

L'INAF annuncia la Seconda Call del programma AstroFit. Non possono partecipare ricercatori con più di 8 anni di esperienza post-doc o con una esperienza di ricerca superiore ai 12 anni.

L’Istituto Nazionale di Astrofisica annuncia la pubblicazione della seconda call del Programma AstroFIt (http://www.astrofit.inaf.it), cofinanziato dalla Commissione Europea attraverso il 7° Programma Quadro, Azioni Marie Curie, COFUND.

Anche questa seconda call finanzierà 7 progetti di ricerca, ciascuno della durata di 24 mesi, da svolgersi in una delle strutture INAF distribuite sul territorio nazionale a scelta del candidato. I progetti possono essere proposti esclusivamente da ricercatori non residenti in Italia. Possono partecipare ricercatori con almeno 4 anni di esperienza di ricerca documentabile o aventi il dottorato di ricerca. Non possono partecipare ricercatori con più di 8 anni di esperienza post-doc o con una esperienza di ricerca superiore ai 12 anni.

Macroaree tematiche: galassie e cosmologia, stelle, popolazioni stellari e mezzo interstellare, sole e sistema solare, astrofisica relativistica e particellare, tecnologie avanzate e strumentazione.

Verranno finanziati:

  • 5 progetti di Incoming Mobility:
  • azione rivolta a ricercatori di qualsiasi nazionalità che non abbiano svolto attività di ricerca in Italia per più di 12 mesi, nei 3 anni che precedono la scadenza del bando;
  • 2 progetti di Reintegration Mobility:
  • azione rivolta a ricercatori italiani che hanno svolto attività di ricerca in un Paese Terzo1 per almeno 36 mesi, nei 4 anni precedenti alla scadenza del bando.

Data di pubblicazione del bando: 15 ottobre 2012.

Scadenza per la presentazione delle domande: 14 dicembre 2012, ore 12:00 am (CET).

Per maggiori informazioni rivolgersi a astrofit_info@inaf.it o visitare il sito web www.astrofit.inaf.it.

1 I Paesi Terzi sono nazioni non appartenenti né all’Unione Europea, né facenti parte dei Paesi Associati.

I Paesi membri dell’Unione Europea sono: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Regno Unito.

I Paesi Associati sono: Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Isole Faroe, Macedonia, Islanda, Israele, Liechtenstein, Montenegro, Norvegia, Serbia, Moldavia, Svizzera, Turchia.

Giappone e Cina campioni extraterrestri

05/12/2020

Ancora poche ore e la capsula della missione della Jaxa Hayabusa2, contenente materiale raccolto sull’asteroide Ryugu, dovrebbe toccare il suolo australiano. È previsto invece per metà dicembre il rientro della missione cinese Chang’e-5, con a bordo 2 kg di rocce lunari

Dati antichi per occhi nuovi: la parallasse di Vega

04/12/2020

Analizzando con tecniche moderne le prime misure di parallasse che, negli anni Trenta dell’Ottocento, avevano permesso di stimare per la prima volta le distanze stellari, due ricercatori hanno chiarito alcuni dubbi che ancora aleggiavano su queste osservazioni fondamentali per la storia dell'astronomia. Lo studio è apparso sulla rivista tedesca Astronomische Nachrichten – la stessa che nel 1838 aveva pubblicato l'articolo di Friedrich Wilhelm Bessel con quella che viene riconosciuta come la prima misura ufficiale della parallasse di una stella

C’è la conferma: 2020 SO è un vecchio razzo

04/12/2020

Due team di astronomi hanno compiuto osservazioni spettroscopiche sull'ex asteroide near-Earth 2020 SO e hanno scoperto che la luce solare riflessa è compatibile con quella che ci si può aspettare dalla superficie metallica di un vecchio razzo che ha trascorso 54 anni nello spazio. Queste osservazioni confermano i risultati già ottenuti analizzando i residui dell'orbita di 2020 SO: fino a febbraio 2021, la Terra avrà come luna temporanea proprio un razzo degli anni '60