Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Selezione rappresentante INAF SPC ESA

Selezione rappresentante INAF SPC ESA

Avviso di selezione per il rappresentante INAF nel Comitato SPC (Science Program Committee) dell’ ESA.


Si informa dell'avviso di selezione per il rappresentante INAF nel Comitato SPC (Science Program Committee)dell’ ESA. La Convenzione INAF - ASI prevede infatti, che il rappresentante nazionale (di nomina ASI) nello Science Program Committee di ESA sia affiancato, come advisor, da un rappresentante di INAF. Si sollecitano pertanto i dipendenti ed associati INAF che svolgono la loro attività nei campi della Astrofisica e della Planetologia Spaziali interessati a svolgere tale ruolo di inviare una segnalazione di disponibilità accompagnata da un breve curriculum vitae alla Presidenza INAF (presidente@inaf.it ) entro il 18 Maggio 2014.

archiviato sotto: , ,

Pallade, una pallina da golf nella Fascia principale

21/02/2020

Recenti osservazioni condotte con lo strumento Sphere del Vlt hanno permesso di studiare a grande scala la superficie dell'asteroide Pallade e di iniziare a comprenderne l'evoluzione. Pallade risulta non meno interessante di Cerere e Vesta, e la sua evoluzione geologica è stata in gran parte condizionata dalla sua elevata inclinazione orbitale. I risultati su Nature Astronomy

A zonzo per Firenze con la guida astroturistica

21/02/2020

È da poco disponibile, dopo quella di Padova, la seconda guida turistica a tema astronomico della collana “Seconda stella a destra”, dedicata questa volta a Firenze. Un agile volumetto riccamente illustrato, e corredato di una mappa dedicata, per scoprire le bellezze della città da un punto di vista insolito, intrecciando con naturalezza arte, storia e scienza

L’ottica adattiva di Eris è in viaggio verso Monaco

20/02/2020

Il modulo italiano di ottica adattiva e calibrazione dello strumento Eris è partito oggi per la Germania, dove verrà integrato con i moduli forniti dagli altri partner del consorzio internazionale che ha sviluppato lo strumento e verrà installato al Very Large Telescope, in Cile, entro l’autunno