Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Spica e i seminari dello IAPS - Roma

Spica e i seminari dello IAPS - Roma

Doppio appunamento per l'INAF - IAPS di Roma. Il 25 gennaio il primo di una serie di seminari organizzati dall'istituto romano. E sempre dello IAPS Roma il convegno dedicato al progetto SPICA che si svolgerà nella sede centrale INAF di Monte Mario i prossimi 7 e 8 febbraio

Seminario Prof. Jessica Sunshine Astronomy dep. Maryland Univ. “Comets as Viewed by the Deep Impact Spacecraft: Tempel 1, Hartley 2, Garrard, and Beyond” 25 Gennaio 2013, ore 11,00 Aula IB09 Area di Ricerca Tor Vergata Via Fosso del Cavaliere 100- Roma Abstract Since the spectacular impact experiment at comet Tempel 1, the Deep Impact (DI) spacecraft has observed several comets and continues to do so. Once thought to be relatively simple bodies, DI has revealed surprising diversity and unexpected behavior among comets.

Per info sul convegno SPICA clicca qui

archiviato sotto: , ,

Stesse stelle, stesso ciclo?

22/09/2017

Ben poco si sa sulla periodicità dell’attività coronale delle stelle, osservabile ai raggi X: mancano infatti osservazioni di stelle a lungo termine in banda X. Ma c'è un'eccezione: il monitoraggio, lungo ben 15 anni, della stella HD 81809, realizzato con XMM/Newton

Eruzione solare “fotobomba” la cometa

22/09/2017

La “fotografia” che vale una vita… e proprio in quel momento qualcuno si mette in mezzo: tre anni fa, una bolla di plasma solare ha disturbato l’irripetibile osservazione del passaggio di una cometa vicinissima a Marte. Ma c’è qualcosa da imparare anche da questo, come dimostra un nuovo studio presentato al Congresso europeo di scienze planetarie, in corso a Riga

L’Esa punta in alto: l’obiettivo è la Luna

22/09/2017

Il futuro è il nostro satellite naturale, che dopo anni di esplorazioni nasconde ancora molti misteri. La Luna potrebbe essere usata come un trampolino di lancio verso il futuro dell'esplorazione dello spazio profondo, magari con equipaggi umani