Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Tre nuovi PRIN INAF

Tre nuovi PRIN INAF

Con un totale di 2.2M€ sono stati pubblicati tre nuovi bandi PRIN INAF, uno di tipo 'classico', uno di tipo 'tecno', uno, detto PDIN, dedicato alla didattica e alla divulgazione


Pubblicati tre bandi relativi a tre nuovi PRIN INAF. Il primo di tipo "classico" per 1.5M€, il secondo di tipo "tecno" per 0.5M€, il terzo (detto PDIN) dedicato alla divulgazione e alla didattica dell'astronomia, per 0.2M€. Il gran totale (2.2M€, che è un record per PRIN INAF in un anno), potrà, speriamo, aumentare in corso d'opera in funzione della nostra fortuna con i finanziamenti 2014 (ancora in mente Dei). Eventuali incrementi verranno gestiti nel contesto degli stessi bandi. Nanni (il presidente)

I bandi sono reperibili al seguente link: http://www.inaf.it/it/sedi/sede-centrale-nuova/direzione-scientifica/coord-scient/progetti-di-ricerca/bandi-prin-e-tecno

archiviato sotto: , ,

Stesse stelle, stesso ciclo?

22/09/2017

Ben poco si sa sulla periodicità dell’attività coronale delle stelle, osservabile ai raggi X: mancano infatti osservazioni di stelle a lungo termine in banda X. Ma c'è un'eccezione: il monitoraggio, lungo ben 15 anni, della stella HD 81809, realizzato con XMM/Newton

Eruzione solare “fotobomba” la cometa

22/09/2017

La “fotografia” che vale una vita… e proprio in quel momento qualcuno si mette in mezzo: tre anni fa, una bolla di plasma solare ha disturbato l’irripetibile osservazione del passaggio di una cometa vicinissima a Marte. Ma c’è qualcosa da imparare anche da questo, come dimostra un nuovo studio presentato al Congresso europeo di scienze planetarie, in corso a Riga

L’Esa punta in alto: l’obiettivo è la Luna

22/09/2017

Il futuro è il nostro satellite naturale, che dopo anni di esplorazioni nasconde ancora molti misteri. La Luna potrebbe essere usata come un trampolino di lancio verso il futuro dell'esplorazione dello spazio profondo, magari con equipaggi umani