Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Tre nuovi PRIN INAF

Tre nuovi PRIN INAF

Con un totale di 2.2M€ sono stati pubblicati tre nuovi bandi PRIN INAF, uno di tipo 'classico', uno di tipo 'tecno', uno, detto PDIN, dedicato alla didattica e alla divulgazione


Pubblicati tre bandi relativi a tre nuovi PRIN INAF. Il primo di tipo "classico" per 1.5M€, il secondo di tipo "tecno" per 0.5M€, il terzo (detto PDIN) dedicato alla divulgazione e alla didattica dell'astronomia, per 0.2M€. Il gran totale (2.2M€, che è un record per PRIN INAF in un anno), potrà, speriamo, aumentare in corso d'opera in funzione della nostra fortuna con i finanziamenti 2014 (ancora in mente Dei). Eventuali incrementi verranno gestiti nel contesto degli stessi bandi. Nanni (il presidente)

I bandi sono reperibili al seguente link: http://www.inaf.it/it/sedi/sede-centrale-nuova/direzione-scientifica/coord-scient/progetti-di-ricerca/bandi-prin-e-tecno

archiviato sotto: , ,

FameLab 2018, una vittoria senza tempo

23/04/2018

Riccardo Impavido, 20 anni, si è aggiudicato l'X Factor della scienza spiegando in tre minuti perché il tempo, fisica quantistica, è una variabile di cui si può fare a meno. Applausi anche per Amalia Ercoli-Finzi, prima donna in Italia a laurearsi in ingegneria aerospaziale, sul palco del Festival di Roma in occasione del suo ottantunesimo compleanno

Testa di cavallo blu, nebulosa d’artista

23/04/2018

La foto astronomica del giorno, pubblicata sul celebre sito della Nasa Apod (Astronomy Picture of the Day), è l’immagine elaborata dall’astroimager Francesco Antonucci: ritrae il primo piano della nebulosa Testa di cavallo blu, ripresa nell’infrarosso dal Wide Field Infrared Survey Explorer della Nasa

Gas serra visti dallo spazio, dal 1990 a oggi

23/04/2018

La quantità di metano rivelata è del 12 per cento superiore a quella misurata 28 anni fa, e anche l’anidride carbonica è cresciuta del 14 per cento. Con il consenso dell’autrice, Patrizia Caraveo, vi riproponiamo quest’articolo apparso ieri sul Sole 24 Ore