Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF VANDELS, missione compiuta

VANDELS, missione compiuta

Il quarto e ultimo rilascio di dati della survey VANDELS è ora disponibile nella Science Archive Facility di ESO

Il quarto e ultimo rilascio di dati della survey VANDELS è ora disponibile nella Science Archive Facility di ESO. La survey VANDELS (A deep VIMOS survey of the CANDELS UDS and CDFS fields) che ha coinvolto una squadra di oltre 80 astronomi di tutto il mondo, 35 dei quali dell’INAF, guidati da Laura Pentericci dell’INAF – Osservatorio Astronomico di Roma e da Ross McLure dell’Osservatorio di Edimburgo (UK),  ha iniziato l'acquisizione dei dati nel novembre 2014 ed è stata completata nel marzo 2018, prima della dismissione dello strumento VIMOS. Tutti i dati sono stati ridotti dal gruppo di ricercatori dell'INAF - IASF di Milano sotto la guida di Bianca Garilli.

VANDELS fornisce dati con un alto rapporto segnale-rumore (range: 10 -100), spettri ottici a media risoluzione (R~600) (4800-10000 Å) per galassie nei campi UKIDSS Ultra Deep Survey (UDS) e Chandra Deep Field South (CDFS).

L'area totale coperta è di 0,2 gradi quadrati. Utilizzando una robusta preselezione fotometrica del redshift, VANDELS ha individuato circa 2100 galassie nell'intervallo di redshift 1.0<z<7.0, con l'85% dei suoi candidati selezionati a z≥3.

VANDELS ha anche nel suo archivio un numero significativo di galassie passive nell'intervallo di redshift 1.0<z<2.5.

Ogni target ha ricevuto da un minimo di 20 ore a un massimo di 80 ore di tempo di integrazione on-source. I dati di VANDELS consentiranno di determinare le proprietà fisiche chiave delle galassie ad alto redshift, come l'età della loro popolazione stellare, la metallicità e gli outflow grazie a studi dettagliati delle linee di emissione e assorbimento.

Questo quarto rilascio di dati contiene 2165 spettri (scaricabili tramite il portale scientifico ESO o programmaticamente), 1061 spettri nel campo CDFS e 1104 nel campo UDS, rispettivamente. La DR4 sostituisce totalmente tutti i prodotti rilasciati nella precedente release poiché è stata apportata una nuova correzione di flusso applicata nelle lunghezze d'onda blu. Inoltre, la DR4 fornisce 287 nuovi spettri e 104 spettri di oggetti osservati casualmente.

Oltre ai prodotti 1D spectrum, questa versione finale contiene anche il catalogo con i redshift spettroscopici e le proprietà fisiche (massa stellare, star formation rate, ecc...) derivate per ogni galassia.

Per maggiori informazioni:

archiviato sotto: ,

A caccia di materia oscura con due orologi

07/12/2022

Mentre l’accuratezza e la portabilità degli orologi atomici continuano a migliorare, tre scienziati hanno pensato di inviare due di questi orologi di precisione nelle zone più interne del Sistema solare, alla ricerca di materia oscura ultraleggera che ha proprietà ondulatorie che potrebbero influenzarne il funzionamento, e in particolare la differenza nel ticchettio degli stessi

Lungo ma con kilonova: è l’ornitorinco dei Grb

07/12/2022

Spariglia tutti i modelli, il lampo gamma targato Grb 211211A. È durato oltre un minuto, come i Grb che s’accompagnano alle supernove, ma là dove ha avuto origine c’è qualcosa che costringe a rimettere mano a molte teorie: una kilonova. «Nonostante i nomi simili, non potrebbero essere più diverse», dice a Media Inaf Eleonora Troja dell’’Università di Roma Tor Vergata, prima autrice di un articolo pubblicato oggi su Nature che riporta la scoperta

Sorprendenti lampi gamma ad alta energia

07/12/2022

La scoperta è stata realizzata dai ricercatori del Gssi osservando una lunga emissione di raggi gamma ad alta energia prodotta dallo scontro di due astri particolarmente densi che, ruotando uno attorno all’altro e fondendosi, inducono perturbazioni dello spazio-tempo e giganti flussi di materia ed energia. Si tratta di un’inattesa scoperta che apre nuove affascinanti prospettive nell’astronomia multi-messaggera