Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home INAF UNDER-18

INAF UNDER-18

COM’È FATTO UN ALIENO? CE LO DICE MARGHERITA

AVVENTURA NELL’UNIVERSO. IN 3D!

Per informazioni vai al sito dell'Avventura nell'Universo invisibile

IL CIELO VISTO DAI BAMBINI

 


Una notte sotto il cielo stellato è un’esperienza emozionante a tutte le età. Ma quando si è costretti trascorrere le giornate sui libri, è ancora più bella. E poi, chissà mai che non vi venga voglia di diventare astronome o astronomi, un giorno. O magari addirittura astronauti. A noi non parrebbe vero. Per questo, per condividere la vostra e la nostra curiosità per l’Universo e tutto quel che contiene, l’INAF ha da sempre messo in cima alla propria lista di priorità le attività di divulgazione per i più giovani. Ecco le principali, ma ce ne sono tantissime altre:

Mai visto le onde quantistiche? Ecco il film

03/07/2015

quantum-movieOsservata e “filmata” per la prima volta in modo diretto la natura ondulatoria di molecole d’azoto in rotazione. La tecnica utilizzata apre la strada a nuove possibilità di manipolazioni molecolari al confine fra realtà quantistica e realtà classica. I risultati su Science Advances

La pulsar e la gigante blu faranno scintille

03/07/2015

Rappresentazione artistica del passaggio ravvicinato della pulsar J2032 alla stella MT91 213, previsto nei primi mesi del 2018. Crediti. NASA Goddard Space Flight Center Conceptual Image LabUna pulsar sta avvicinandosi alla compagna, una stella gigante che possiede un esteso disco di gas e polveri. Disco che tra meno di tre anni attraverserà. Gli astronomi di tutto il mondo stanno preparando all'evento, per indagare in dettaglio le proprietà dei due oggetti celesti. Il commento di Patrizia Caraveo (INAF)

Le nuove mappe di materia oscura

03/07/2015

subaru_hypersuprimecam_1Una survey preliminare del cielo, realizzata con una nuova camera a largo campo installata presso il telescopio giapponese Subaru, ha permesso agli astronomi di rivelare ben 9 concentrazioni di materia oscura. I risultati, pubblicati su Astrophysical Journal, sono confortanti per comprendere il ruolo dell’energia oscura in relazione all’espansione dell’Universo. Il passo successivo sarà quello di ampliare la survey per coprire almeno un migliaio di gradi quadrati di cielo