Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Sedi Osservatorio di Cagliari

Osservatorio di Cagliari

Osservatorio di Cagliari

Osservatorio di Cagliari

Direttore Andrea Possenti

Indirizzo web http://www.oa-cagliari.inaf.it

Occhio sulla parabola: le webcam del radiotelescopio in tempo reale
Consulta le attività divulgative e iniziative didattiche
Consulta l’elenco telefonico

Atmosfere d’altri mondi

16/05/2017

Sono i ”gusci di gas” che avvolgono molti pianeti, tipo il nostro. Spesso sottilissime rispetto al corpo roccioso sottostante, le atmosfere rivestono però un ruolo cruciale per la possibilità di ospitare forme di vita. Ecco allora che lo studio delle atmosfere planetarie, in particolare quelle degli esopianeti, diventa sempre più rilevante nei programmi osservativi da terra e dallo spazio

Il Sardinia Radio Telescope “prende posizione“

04/05/2017

Altro che Gps: grazie a un esperimento osservativo dell’Evn (lo European Vlbi Network), l’Inaf e la comunità scientifica internazionale hanno determinato la posizione del grande radiotelescopio sardo con un margine di precisione di 20 millimetri sull’asse verticale e di soli 2 millimetri sul piano

La pulsar fenice torna a splendere nei raggi X

26/04/2017

La prima pulsar individuata nella galassia di Andromeda due anni fa è tutt’altro che una comune stella di neutroni. Un gruppo di astronomi, tra cui Matteo Bachetti dell’Inaf, ha scoperto che questa pulsar si trova all’inizio della fase di riciclo, cioè quel processo che porta delle stelle di neutroni lente e "spente” a riaccendersi come millisecond pulsar. Lo studio permette di capire meglio i meccanismi che portano alla formazione di questi formidabili orologi cosmici

I planetaristi italiani vanno in Campo

20/04/2017

Dal 21 al 23 aprile i rappresentanti dei planetari italiani si ritrovano per fare il punto su tecnologie, nuovi progetti e molto altro al futuristico “Planetarium Alto Adige” di San Valentino in Campo, in provincia di Bolzano, per il meeting organizzato ogni anno dalla PLanIT, l’Associazione dei planetari italiani. Per portare nel modo più suggestivo l'astronomia e le scienze del cielo al grande pubblico

C’è una miniera di ferro in quelle pulsar

23/03/2017

Scoperta una riga di emissione del ferro a 6-7 keV negli spettri dell’emissione X della pulsar doppia Psr J0737-3039. I risultati, pubblicati su ApJ, grazie a un team guidato da Alberto Pellizzoni e composto dalle astrofisiche Elise Egron e Maria Noemi Iacolina

L’interculturalità parte dalla Luna

27/05/2017

Ieri sera, venerdì 26 maggio, l’Istituto Nazionale di Astrofisica ha ospitato, presso l’Osservatorio astronomico di Padova, 18 Imam afferenti a diverse associazioni islamiche del Nord-Est per osservare, con l’ausilio di binocoli e telescopi, il manifestarsi della primissima falce di Luna crescente che decreta l’inizio di uno dei mesi più importanti per i musulmani, il Ramadan.

Extremely Large Telescope: il futuro è adesso

26/05/2017

Posata oggi la prima pietra di quello che è stato definito il telescopio del futuro: Elt, l’Extremely Large Telescope. Un telescopio che parla italiano: il consorzio Ace (Astaldi, Cimolai ed Eie Group) ha infatti vinto l'appalto per la costruzione della struttura principale del telescopio e della sua imponente cupola, mentre l’Inaf ha in carico la realizzazione della strumentazione d’avanguardia che rappresenta il cuore scientifico dell’Elt

Cosa c’è in un nome?

26/05/2017

Uno studio su 200mila articoli scientifici pubblicati, dal 1950 a oggi, nelle più prestigiose riviste astronomiche evidenzia un pregiudizio di genere: tra gli articoli citati, c’è un sistematico 10 per cento in più di articoli scritti da primi autori uomini rispetto a quelli scritti da prime autrici donne