Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Sedi Osservatorio di Capodimonte (NA)

Osservatorio di Capodimonte (NA)

Osservatorio di Capodimonte (NA)

Osservatorio di Capodimonte (NA)

Direttore Marcella Marconi

Indirizzo web http://www.oacn.inaf.it

Foto dell’Osservatorio nella galleria multimediale
Consulta le attività divulgative e iniziative didattiche
Consulta l’elenco telefonico

Immortalata dal Vst una galassia “mancata”

31/05/2021

La foto della settimana dello European Southern Observatory è un’immagine ottenuta dal Cile con il telescopio Vst (realizzato dall’Inaf) della galassia ultra-diffusa Udg 4. L’immagine è stata acquisita nell’ambito di un programma per lo studio di strutture molto deboli negli ammassi di galassie, Vegas, guidato da Enrichetta Iodice dell’Inaf di Napoli

Un premio in ricordo di Geppina Coppola

15/04/2021

«Astrofisica brillante, collega attenta e disponibile, amica saggia e sincera». Cosi la direttrice dell’Inaf di Napoli, Marcella Marconi, ricorda Geppina Coppola, morta improvvisamente nel 2015 alle soglie di una brillante carriera come ricercatrice. Da quest’anno è stato istituito un premio in suo onore, rivolto a neolaureati in fisica o astronomia

Onde gravitazionali, un rivelatore sulla Luna

22/03/2021

Un’antenna lunare per misurare le vibrazioni del cosmo e studiare la geologia del nostro satellite: è l’idea di un team coordinato dal Gran Sasso Science Institute – team del quale fa parte anche l’Istituto nazionale di astrofisica. Pubblicato ora su The Astrophysical Journal, il progetto ha già un nome – Lunar Gravitational-Wave Antenna – e si basa su una nuova generazione di sismometri lunari

Cina e Russia insieme per una stazione lunare

15/03/2021

È un accordo storico. Lo hanno sottoscritto martedì scorso in una conferenza virtuale i capi delle agenzie spaziali russa e cinese e prevede la creazione di una base di ricerca lunare internazionale, sulla superficie o in orbita attorno al nostro satellite. Con il commento di Francesca Esposito, ricercatrice all’Inaf di Napoli

C’è meno “tensione” nell’espansione dell’Universo

12/03/2021

Un nuovo metodo per la misura della costante di Hubble proposto da ricercatori e ricercatrici del Gssi e dell’Inaf mette in evidenza le differenze tra le supernove utilizzate per ricavare il valore della costante stessa. Differenze che possono essere legate all'ambiente in cui si trovano

Datato uno dei crateri più antichi della Luna

18/06/2021

Una nuova analisi di un campione di roccia lunare raccolto dagli astronauti della missione Apollo 17 rivela che il bacino della Serenità è ancora più antico di quanto si pensasse. La formazione di questo grande cratere, stimata grazie a nuove tecniche di datazione e simulazioni numeriche, risalirebbe a 4,2 miliardi di anni fa, prima ancora dell'intenso bombardamento tardivo che ha prodotto molti dei crateri da impatto sulla Luna

Risolto un enigma decennale sui lampi gamma

17/06/2021

Un team internazionale di scienziati, guidato da astrofisici dell'Università di Bath nel Regno Unito, ha derivato le proprietà del campo magnetico in un lontano Gamma Ray Burst dopo soli 90 secondi dall'esplosione, confermando per la prima volta una previsione teorica di lunga data. Con il commento di Cristiano Guidorzi e Marco Marongiu di Inaf, co-autori dello studio. Tutti i dettagli su Mnras

Il “polverone” che oscurò Betelgeuse

16/06/2021

Fu un enorme velo di polvere, e non un'imminente esplosione, a causare la ‘grande attenuazione’ di Betelgeuse, la seconda stella più brillante della costellazione di Orione, percepibile anche a occhio nudo tra la fine del 2019 e l'inizio del 2020. Lo conferma una nuova analisi di osservazioni effettuate con il Very Large Telescope dell'Eso in Cile, i cui risultati sono stati pubblicati oggi su Nature