Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Sedi Osservatorio di Capodimonte (NA)

Osservatorio di Capodimonte (NA)

Osservatorio di Capodimonte (NA)

Osservatorio di Capodimonte (NA)

Direttore Marcella Marconi

Indirizzo web http://www.oacn.inaf.it

Foto dell’Osservatorio nella galleria multimediale
Consulta le attività divulgative e iniziative didattiche
Consulta l’elenco telefonico

Quando Venere incontra le Pleiadi

01/04/2020

Venerdì 3 e sabato 4 aprile il pianeta Venere si troverà allineato con l’ammasso stellare delle Pleiadi. L’Inaf di Bologna invita i più piccoli a osservare il fenomeno celeste a occhio nudo e descriverlo con un disegno o un racconto. Tutte le opere inviate verranno pubblicate sui canali social dell’Osservatorio. Se poi il gioco vi appassiona, fino al 27 aprile sarà possibile inviare disegni a tema astronomico anche al concorso nazionale “Osserva il cielo e disegna le tue emozioni”

A Napoli quattro sabati d’astronomia per ragazzi

19/02/2020

A partire dal prossimo 22 febbraio e fino a metà maggio, le astronome e gli astronomi dell’Inaf di Capodimonte propongono quattro incontri alla scoperta del cosmo dedicati a ragazze e ragazzi di età compresa tra gli 8 e gli 11 anni. Per apprendere giocando i segreti del Sole, delle stelle, delle galassie e delle missioni spaziali su Marte

Destinazione Sole

10/02/2020

Partita in perfetto orario alle 5:03 ora italiana di oggi 10 febbraio 2020 la missione europea - in collaborazione con Nasa - Solar Orbiter per lo studio del Sole. Quando le prime immagini? Cosa si spera di scoprire di nuovo sulla nostra stella? Lo abbiamo chiesto a Clementina Sasso, ricercatrice Inaf e portavoce Solar Orbiter per Esa, ora in Florida a seguire il lancio

Mostruosa galassia nell’universo primordiale

07/02/2020

Circa 12 miliardi di anni fa, quando l'universo era ancora adolescente, la galassia Xmm-2599 aveva già una massa di oltre 300 miliardi di soli. Uno studio ha ora dimostrato che la formazione stellare era stata, fino a quel momento, incredibilmente attiva per poi, improvvisamente e per ragioni ancora sconosciute, cessare completamente. Nella scoperta sono coinvolti anche tre astrofisici dell’Inaf: Francesco La Barbera, Mario Nonino e Paolo Saracco

Il cielo di Annibale de Gasparis

05/11/2019

In occasione del 200esimo anniversario della nascita di Annibale de Gasparis, l'Osservatorio Inaf di Capodimonte e l'Università “Parthenope” dedicano all'astronomo napoletano un workshop sulla tradizione italiana nello studio dei corpi minori del Sistema solare. Nella serata di venerdì 8 novembre, apertura straordinaria al pubblico, che potrà per la prima volta accedere alle cupole storiche dell’Osservatorio

Lampi gamma dal collasso di campi magnetici

08/04/2020

Un nuovo studio internazionale condotto dall’Università di Bath, che vede coinvolti due ricercatori associati Inaf, sembra fare luce sul misterioso fenomeno dei lampi gamma. Un livello sorprendentemente basso di polarizzazione della radiazione indica che il campo magnetico della stella potrebbe essere collassato, rilasciando l'energia che ha alimentato la prodigiosa esplosione. Tutti i dettagli su ApJ

Inattesi canali magnetici in una remota galassia

08/04/2020

Insolite strutture che emettono onde radio e un probabile collegamento dei campi magnetici tra i due lobi della remota radiogalassia Eso 137-006: sono questi i sorprendenti risultati dello studio condotto da un team internazionale di astronomi guidati da Mpati Ramatsoku, della Rhodes University e associata Inaf, e che vede coinvolti molti ricercatori dell'Istituto nazionale di astrofisica, pubblicato su Astronomy and Astrophysics

Con un poco di zolfo, la foschia va su

08/04/2020

Lo zolfo è un ingrediente essenziale per la vita sulla Terra, dunque potrebbe essere anche un elemento utile alla ricerca di vita su altri pianeti. Uno studio pubblicato su Nature Astronomy illustra i risultati di simulazioni condotte in laboratorio per valutare l’impatto della presenza di zolfo in esoatmosfere ricche di anidride carbonica