Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Sedi Osservatorio di Palermo

Osservatorio di Palermo

Osservatorio di Palermo

Osservatorio di Palermo

Direttore Fabrizio Bocchino

Indirizzo web http://www.astropa.inaf.it

Foto dell’Osservatorio nella galleria multimediale
Consulta le attività divulgative e iniziative didattiche
Consulta l’elenco telefonico

Sn 1006, un “super Lhc” nella costellazione del Lupo

01/09/2022

I resti di supernova possono comportarsi come potentissimi acceleratori di particelle, in grado di produrre raggi cosmici fino a energie di qualche PeV. La conferma arriva da uno studio guidato dall’astrofisica Roberta Giuffrida (Università di Palermo e Istituto nazionale di astrofisica) pubblicato questa settimana su Nature Communications

Centoventimila giovani stelle della porta accanto

08/08/2022

Un team di ricercatori guidato dall’astrofisica Loredana Prisinzano dell’Inaf di Palermo, avvalendosi del catalogo Edr3 di Gaia, ha identificato 124440 protostelle con età inferiore ai 10 milioni di anni entro un raggio di 4500 anni luce dal Sole. Grazie a un algoritmo di unsupervised machine learning è stato possibile associarle a 676 ammassi stellari o regioni di formazione stellare

Vento di pulsar dal cuore di Sn 1987A

15/06/2022

Arriva da uno studio guidato da Emanuele Greco dell’Inaf di Palermo – condotto su dati raccolti dal 2012 al 2020 con i telescopi spaziali per raggi X Chandra, NuStar e Xmm-Newton – la conferma della presenza di una stella di neutroni là dove si vide esplodere la supernova Sn 1987A. I risultati su The Astrophysical Journal

Quando scatta la scintilla fra stella e pianeta

22/04/2022

Un team guidato dall’astrofisico Ignazio Pillitteri dell’Inaf di Palermo ha analizzato le osservazioni compiute con Xmm-Newton per studiare la relazione tra l’attività coronale della stella HD 189733 A e l’orbita del suo pianeta. Dai risultati, pubblicati su A&A, emerge che l’energia rilasciata durante i brillamenti sembra subire gli effetti dell’interazione magnetica tra stella e pianeta

Shrec fra i resti delle supernove

24/02/2022

La compressione della nube dovuta all’espansione del resto di supernova Ic 443 sta inducendo nuovi eventi di formazione stellare. Lo dimostrano i risultati della campagna osservativa Shrec, analizzati da un team guidato da Giuliana Cosentino della Chalmers University of Technology (Goteborg, Svezia) del quale fanno parte numerosi ricercatori dell’Inaf e dell’Università di Palermo

Vanitosa è la Luna che gioca col Sole

30/09/2022

Beniamina indiscussa del cielo di ottobre 2022 è sicuramente la Luna. Si mostrerà bella come sempre, in posa per essere osservata e fotografata il primo di ottobre per la Notte internazionale dell’osservazione della Luna, un’occasione per sentirsi parte di una vasta comunità di amanti del nostro satellite. Ma la Luna mostrerà la sua vanità soprattutto il 25 ottobre: in questa data ci sarà in fatti un’eclissi parziale di Sole visibile da tutto il territorio italiano

Cartografia chimica nel disco della Via Lattea

30/09/2022

La struttura a spirale che caratterizza la nostra galassia, la Via Lattea, lascia un'impronta nella chimica delle stelle. A scoprirla un team di astronomi guidato da Eloisa Poggio, ricercatrice all'Observatoire de la Côte d’Azur di Nizza e associata Inaf, che con i più recenti dati del satellite Esa Gaia ha costruito la mappa delle abbondanze chimiche delle stelle entro un raggio di 13mila anni luce dal Sole

Fotosintesi su mondi alieni alla luce d’un simulatore

30/09/2022

All’Europlanet Science Congress è stato presentato un ingegnoso esperimento, nato dalla collaborazione tra il Dipartimento di biologia e l’Inaf di Padova, che ha permesso di dimostrare come i cianobatteri e altri microrganismi possano crescere su pianeti rocciosi orbitanti intorno alle nane rosse, le stelle più abbondanti nella nostra galassia