Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Sedi Osservatorio di Torino

Osservatorio di Torino

Osservatorio di Torino

Osservatorio di Torino

Direttore Silvano Fineschi

Indirizzo web http://www.oato.inaf.it

Foto dell’Osservatorio nella galleria multimediale

Consulta le attività divulgative e iniziative didattiche

Consulta l’elenco telefonico

Anatomia del bolide del 27 marzo

09/04/2019

Nella notte fra il 27 e il 28 marzo 2019 un brillante bolide ha fatto la sua comparsa nei cieli del nord Italia. Il bolide è stato ripreso da ben 13 camere della rete Prisma. Grazie ai numerosi dati raccolti, è stato possibile tracciare un identikit dettagliato del fenomeno

Ecco Highlander, il planetesimo immortale

04/04/2019

Composto in gran parte di ferro e nichel, orbita a distanza molto ravvicinata – più di quanto si ritenesse possibile – attorno a ciò che resta della stella originaria. Si trova a 410 anni luce da noi, e alla sua scoperta, descritta oggi su Science, hanno preso parte anche Domitilla de Martino, Melania Del Santo e Roberto Silvotti dell’Istituto nazionale di astrofisica

Invertire la freccia del tempo? Con i qubit si può

13/03/2019

Una nuova ricerca a guida russa ha dimostrato sperimentalmente su un computer quantistico una particolare dinamica di “inversione del tempo” che riconduce il sistema allo stato che aveva una frazione di secondo nel passato. Lo studio, pubblicato su Scientific Reports, ha anche calcolato la probabilità che un elettrone nello spazio vuoto interstellare compia spontaneamente questo effimero salto all’indietro. Con il commento di Mariateresa Crosta dell'Inaf

Spegniamo le luci, accendiamo il cielo

01/03/2019

Anche quest’anno, come ogni anno, l’Inaf partecipa all’iniziativa di Caterpillar per il risparmio energetico “M’illumino di meno”, dando particolare rilievo al contrasto all’inquinamento luminoso. Accade all’Osservatorio di Pino Torinese, dove per questa sera, venerdì primo marzo, sono in programma numerose iniziative

Ecco le due super-terre gemelle ma diverse

04/02/2019

La profonda diversità nella composizione interna dei due esopianeti è probabilmente dovuta a un impatto gigante avvenuto nelle prime fasi della loro formazione. Lo studio, pubblicato su Nature Astronomy, è stato guidato da ricercatori dell’Inaf

Il cuore duro di Mercurio

18/04/2019

Un solido cuore di ferro grande circa la metà dell’intero nucleo del pianeta. Sono i risultati ottenuti grazie alle osservazioni della sonda Messenger della Nasa durante quattro anni in orbita attorno a Mercurio. Media Inaf ha intervistato il primo autore dello studio pubblicato sulla rivista Geophysical Research Letters, il 34enne Antonio Genova della Sapienza Università di Roma

Più onde gravitazionali per tutti

18/04/2019

La parola d’ordine è: coinvolgere. E per coinvolgere un pubblico il più ampio possibile nell’astronomia gravitazionale ecco arrivare due nuovi tool. Uno consente di ricevere in tempo reale le segnalazioni di eventi dalla collaborazione Ligo-Virgo. L’altro, invece, di mettere il tempo morto della propria cpu a disposizione degli astrofisici che studiano le fusioni fra buchi neri

Magnetar a 6.6 miliardi di anni luce

18/04/2019

Un team internazionale di astronomi ha annunciato di aver osservato un segnale a raggi X molto probabilmente originatosi da una magnetar generata dalla fusione di due stelle di neutroni. Il segnale è stato catturato nel corso della 7-Megasecond Chandra Deep Field-South survey. I dettagli della scoperta sono stati pubblicati su Nature