Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Lavora con noi Assegni di ricerca

Assegni di ricerca

I BANDI PUBBLICATI RESTERANNO VISIBILI PER UNA DURATA DI 40 GIORNI OLTRE LA DATA DI SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE ALLE SELEZIONI
In svolgimento

Assegno di ricerca dal titolo "Sviluppo di esperimenti per Astronomia X/Gamma basati su rivelatori al silicio"

IAPS Roma

Pubblicato il: 13/11/2019 | Scadenza termini: 10/12/2019

In svolgimento

Assegno di ricerca dal titolo: "ISM in galassie e AGN ad alto z: modelli fisici e spettri simulati dall'UV alI'IR

OAS Bologna

Pubblicato il: 18/11/2019 | Scadenza termini: 06/12/2019

In svolgimento

Assegno di ricerca dal titlo "Astrofisica delle Alte Energie da Terra e dallo Spazio dal MEV al TEV

IAPS Roma

Pubblicato il: 13/11/2019 | Scadenza termini: 05/12/2019

In svolgimento

Assegno di ricerca dal titolo “Sviluppo di archivi astronomici nel contesto delle attività del nodo italiano della rete europea degli ARC”

Istituto di Radioastronomia

Pubblicato il: 12/11/2019 | Scadenza termini: 04/12/2019

In svolgimento

Assegno di ricerca nell'ambito del programma GASP

OA Padova

Pubblicato il: 22/10/2019 | Scadenza termini: 30/11/2019

In svolgimento

Assegno di ricerca dal titolo “Hydrodynamical simulations of gas processes in galaxies”

OA Padova

Pubblicato il: 29/10/2019 | Scadenza termini: 30/11/2019

In svolgimento

Assegno di ricerca dal titolo “Spectrophotometric modeling of galaxies applied to integral field spectroscopy”

OA Padova

Pubblicato il: 29/10/2019 | Scadenza termini: 30/11/2019

In svolgimento

Assegno di ricerca dal titolo “Search and characterization of galaxies undergoing gas removal and accretion processes”

OA Padova

Pubblicato il: 29/10/2019 | Scadenza termini: 30/11/2019

In svolgimento

Assegno di ricerca dal titolo “Study of isolated and binary neutron stars with strong magnetic field”

IASF MILANO

Pubblicato il: 11/11/2019 | Scadenza termini: 25/11/2019

In svolgimento

Assegno di ricerca nell'ambito della missione eXTP

IAPS Roma

Pubblicato il: 09/10/2019 | Scadenza termini: 07/11/2019

In svolgimento

Assegno di ricerca dal titolo “Software Engineer for Adaptive Optics”

OA Arcetri

Pubblicato il: 11/10/2019 | Scadenza termini: 04/11/2019

In svolgimento

Assegno di ricerca dal titolo “Commissioning of extreme adaptive optics systems at the Large Binocular Telescope”

OA Arcetri

Pubblicato il: 11/10/2019 | Scadenza termini: 04/11/2019

In svolgimento

Assegno di ricerca dal titolo “Internal kinematics of dense stellar clusters by using proper motions"

OAS Bologna

Pubblicato il: 17/10/2019 | Scadenza termini: 04/11/2019

Maven sulle tracce dell’atmosfera perduta di Marte

02/06/2020

Grazie a cinque anni di dati raccolti dalla sonda spaziale Maven della Nasa, è stato possibile creare una mappa delle correnti elettriche che fluiscono nell'atmosfera marziana. Svolgendo un ruolo fondamentale nella perdita dell’atmosfera, queste correnti hanno contribuito a trasformare il Pianeta rosso da mondo potenzialmente adatto alla vita a deserto inospitale. Tutti i dettagli su Nature Atronomy.

Osservata con pSct la Nebulosa del Granchio

02/06/2020

Il telescopio pSct – il più grande telescopio Schwarzschild-Couder, un prototipo dell’osservatorio di prossima generazione Cta – ha osservato la sua prima sorgente gamma, proveniente dalla Nebulosa del Granchio. Questo risultato, fondamentale per i futuri sviluppi di Cta, è stato possibile grazie a soluzioni tecnologiche innovative sviluppate in Italia dall’Inaf e dall’Infn

Troppo pulito per i pianeti: il cuore di Westerlund 2

01/06/2020

Osservazioni compiute con Hubble di un giovane ammasso stellare della Via Lattea hanno evidenziato come nelle regioni centrali i dischi che circondano le giovani stelle siano privi delle dense nubi di polveri che danno origine – su tempi scala di qualche milione di anni – ai pianeti. Media Inaf ha intervistato la prima autrice dello studio, Elena Sabbi dello Space Telescope Science Institute di Baltimora