Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao

Astrodeep: nel cuore dei territori di frontiera

29/09/2016

Un’immagine dell’ammasso di galassie Abell 2744, noto anche come cluster di Pandora, scattata dal telescopio spaziale per l’infrarosso Spitzer, della NASA. Questo cluster è stato osservato anche in banda ottica con Hubble e con l’Osservatorio per raggi X Chandra, nell’ambito del programma Frontier Fields, che vuole indagare nel profondo, all’origine dell’universo.
Crediti: NASA/JPL- CaltechContinuano i passi avanti nell'osservazione e nella comprensione delle prime galassie dell'universo. L’ambizioso progetto Frontier Fields ha messo insieme le forze dei tre più grandi osservatori di cui la NASA può disporre – Spitzer, Hubble e l'Osservatorio a raggi X Chandra – per addentrarsi tanto indietro nello spazio e nel tempo quanto può permettere la tecnologia più raffinata ad oggi disponibile. E l'INAF c'è

La cometa in 6650 particelle

29/09/2016

L'esplosione sul nucleo della cometa 67P Churyumov-Gerasimenko avvenuta il 19 febbraio scorso e ripresa dalla Wide Angle Camera (WAC) dello strumento OSIRIS. Cliccare sull'immagine per far partire l'animazione. Crediti: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDATutto quello che sappiamo di migliaia di granelli di polvere raccolti da GIADA. Alla vigilia della discesa della sonda ESA Rosetta sulla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko è tempo di fare un primo bilancio della missione

Quell’insolito bozzolo stellare

29/09/2016

Rappresentazione artistica CHE mostra le molecole trovate nel nucleo molecolare caldo recentemente scoperto nella Grande Nube di Magellano utilizzando ALMA. Questo nucleo è il primo oggetto di questo tipo trovato al di fuori della Via Lattea e ha un'impronta chimica diversa da quella comune nella nostra Galassia. L'immagine è l'elaborazione di materiale da varie fonti: ESO/M. Kornmesser; NASA, ESA, e S. Beckwith (STScI) e HUDF Team; NASA/ESA e Hubble Heritage Team (AURA/STScI)/HEI. Crediti:FRIS/Tohoku UniversityGrazie alle osservazioni del telescopio ALMA dell'ESO, un team di astronomi giapponesi ha scoperto una massa calda e densa di molecole complesse che avvolge una stella appena nata. Questo eccezionale nucleo molecolare caldo è il primo a essere stato rilevato fuori dalla Via Lattea