Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Lavora con noi Progressioni di carriera

Progressioni di carriera

Procedura di selezione ex art. 53 con decorrenza 1° gennaio 2019
Procedura di selezione ex art. 54 con decorrenza 1° gennaio 2019
Procedura di selezione ex art. 53 con decorrenza 1° gennaio 2017
Procedura di selezione ex art. 54 con decorrenza 1° gennaio 2017
Ex Art. 53 progressione di livello per 115 posti
Progressione di livello nel profilo di inquadramento ex art. 53 Istituzioni ed Enti di ricerca per 115 posti, decorrenza 01/01/2010
Ex Art. 54 progressione di livello 15 posti
Progressione di livello nel profilo di inquadramento ex art. 54 Istituzioni ed Enti di ricerca per 15 posti, decorrenza 01/01/2010
Procedura di selezione riservata mediante "progressione interna" di tre Funzionari di Amministrazione, Quinto Livello Professionale

Lampi gamma dal collasso di campi magnetici

08/04/2020

Un nuovo studio internazionale condotto dall’Università di Bath, che vede coinvolti due ricercatori associati Inaf, sembra fare luce sul misterioso fenomeno dei lampi gamma. Un livello sorprendentemente basso di polarizzazione della radiazione indica che il campo magnetico della stella potrebbe essere collassato, rilasciando l'energia che ha alimentato la prodigiosa esplosione. Tutti i dettagli su ApJ

Inattesi canali magnetici in una remota galassia

08/04/2020

Insolite strutture che emettono onde radio e un probabile collegamento dei campi magnetici tra i due lobi della remota radiogalassia Eso 137-006: sono questi i sorprendenti risultati dello studio condotto da un team internazionale di astronomi guidati da Mpati Ramatsoku, della Rhodes University e associata Inaf, e che vede coinvolti molti ricercatori dell'Istituto nazionale di astrofisica, pubblicato su Astronomy and Astrophysics

Con un poco di zolfo, la foschia va su

08/04/2020

Lo zolfo è un ingrediente essenziale per la vita sulla Terra, dunque potrebbe essere anche un elemento utile alla ricerca di vita su altri pianeti. Uno studio pubblicato su Nature Astronomy illustra i risultati di simulazioni condotte in laboratorio per valutare l’impatto della presenza di zolfo in esoatmosfere ricche di anidride carbonica