Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Lavora con noi Concorsi e selezioni Posizioni a tempo indeterminato Tecnologi Concorso cinque posti di Tecnologo - III livello

Concorso cinque posti di Tecnologo - III livello

Concorso pubblico nazionale, per titoli ed esami, a cinque posti di Tecnologo - III livello - con contratto di lavoro a tempo indeterminato - presso l’Istituto Nazionale di Astrofisica.
Tipologia Tecnologi tempo indeterminato
Data di pubblicazione 23/03/2012
Scadenza termini partecipazione 23/04/2012
Chiusura procedimento 23/04/2012

 

Determinazione Direttoriale  n. 62/2012 del 13 marzo 2012) - Il termine per la presentazione delle domande scadrà il trentesimo giorno successivo alla pubblicazione dell'avviso relativo al concorso sulla Gazzetta Ufficiale - IV Serie Speciale - Concorsi ed esami

Bando

Allegato A

Allegati 1, 2 e 3


Tre minuti di danza per due enormi buchi neri

16/04/2021

Una simulazione della Nasa riproduce il volteggiare l’uno attorno all’altro di due buchi neri di duecento e cento milioni di volte la massa del Sole e mostra – guardando il sistema da tutte le angolazioni possibili – gli effetti relativistici estremi che deformano la luce quando attraversa campi gravitazionali così intensi come quelli generati dai due oggetti. Il video è anche Apod del giorno

La versione di Giulia

16/04/2021

Come crescere e sopravvivere a un papà. Il ricordo affettuoso e politicamente scorretto di Giovanni Fabrizio Bignami nel romanzo di Giulia Bignami, figlia dell’astrofisico scomparso e lei stessa scienziata. Cacce notturne ai satelliti, sport estremi, formaggi viventi. Tragicomico forse, ma vero

Bosoni ultraleggeri e spin dei buchi neri

16/04/2021

A rallentare i buchi neri non sono bosoni ultraleggeri con masse comprese tra 1,3 e 2,7 per 10 alla meno 13 elettronvolt. Dunque si può ipotizzare che queste ipotetiche particelle, che si pensava concorressero a formare la materia oscura, non esistano. A dirlo è uno studio, pubblicato su Physical Review Letters, condotto analizzando i dati ottenuti dagli interferometri per onde gravitazionali Ligo e Virgo