Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Lavora con noi Concorsi e selezioni Posizioni a tempo indeterminato Tecnologi Concorso per 4 posti di Tecnologo III Livello presso INAF

Concorso per 4 posti di Tecnologo III Livello presso INAF

Concorso pubblico nazionale, per titoli ed esami, a complessivi numero quattro posti di Tecnologo di Terzo Livello con contratto di lavoro a tempo indeterminato, presso lo Istituto Nazionale di Astrofisica (Determinazione Direttoriale n. 140/17 del 14 giugno 2017)
Tipologia Tecnologi tempo indeterminato
Data di pubblicazione 20/06/2017
Scadenza termini partecipazione 20/07/2017

L'avviso relativo al suddetto bando di concorso è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale - IV Serie Speciale - Concorsi ed Esami n. 46 del 20 giugno 2017

Il termine per la presentazione delle domande scadrà il 20 luglio 2017

 

 


Siamo tutti un po’ migranti intergalattici

27/07/2017

Le origini della Via Lattea non sono quello che sembrano. Nuove simulazioni al calcolatore rivelano che metà della materia attorno a noi probabilmente proviene da galassie lontane. A promuovere il melting pot intergalattico sarebbero le raffiche di vento scatenate dalle esplosioni di supernova

Trilogia della Nebulosa d’Orione

27/07/2017

Spettacolare scatto ”made in Italy”: l’OmegaCam installata sul Vlt Survey Telescope dell’Eso, realizzato da una joint venture con gli osservatori Inaf di Napoli, Padova e Firenze, ha immortalato tre diverse popolazioni di stelle neonate. Fra gli autori, Davide Fedele dell'Inaf

Herschel: la carica dei 101 (mila)

27/07/2017

È stato completato il catalogo di oggetti celesti compatti osservati all’interno della nostra Galassia nell’ambito della survey Hi-Gal, grazie ai dati del telescopio spaziale europeo Herschel. Davide Elia, ricercatore Inaf: «abbiamo individuato quasi 101mila embrioni stellari, molti dei quali finora inesplorati, che si candidano, nei prossimi decenni, ad essere oggetto di studi mirati sui processi di formazione stellare»