Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF All'INAF 24 nuovi posti per giovani ricercatori, più che nel 2016

All'INAF 24 nuovi posti per giovani ricercatori, più che nel 2016

Prende il via il Piano straordinario di reclutamento del MIUR per ricercatrici e ricercatori previsto dalla legge di bilancio per il 2018. All’INAF vanno 24 posti, più di quelli assegnati nel 2016

Prende il via il Piano straordinario di reclutamento del MIUR per ricercatrici e ricercatori previsto dalla legge di bilancio per il 2018. All’INAF vanno 24 posti, più di quelli assegnati nel 2016. La quota, così come per gli altri Enti, è stata calcolata in base al Fondo Ordinario per il finanziamento degli degli Enti e Istituzioni di Ricerca (FOE) e alla premialità.

“ Siamo riconoscenti e orgogliosi per l'attenzione che il MIUR pone al nostro Istituto Nazionale di Astrofisica” commenta Nichi D’Amico, presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica. “Il sostegno alle nostre grandi iniziative internazionali, questa nuova iniezione di posti per giovani ricercatori, insieme alle posizioni che stiamo programmando per immettere in ruolo buona parte del personale ancora non di ruolo, che costituisce un innegabile capitale umano di eccellenza che non vogliamo perdere, assicurano all'INAF il consolidamento del suo ruolo di player globale dell'astrofisica moderna da terra e dallo spazio”.

 

Il  Decreto Ministeriale 163 del 28 febbraio 2018 e i relativi allegati

archiviato sotto: ,

Go West: Inaf a Washington

07/12/2018

Dal 3 al 5 dicembre, a Washington, una folta delegazione dell’Istituto nazionale di astrofisica ha preso parte ai lavori della Joint Commission for Scientific and Technical Collaboration fra Italia e Stati Uniti

Ecco il braccio robotico di InSight

07/12/2018

Il lander della Nasa ha davanti a sé un anno e 40 giorni marziani di missione e ha già cominciato a lavorare per la delicata fase di posizionamento a terra degli strumenti principali: un sismometro e una sonda termica

Bennu, la minaccia si chiama Yarkovsky

07/12/2018

Fra i compiti che attendono la missione Osiris-Rex, giunta in orbita attorno all’asteroide lunedì scorso, c’è anche quello di misurare con precisione e “dal vivo”, per la prima volta, l’effetto Yarkovsky. Ottenendo così informazioni cruciali per valutare con precisione la probabilità di un futuro impatto di Bennu con la Terra