Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF CdA INAF del 13 febbraio

CdA INAF del 13 febbraio

Il 13 febbraio si è riunito il Consiglio di Amministrazione dell’INAF. Quanto segue è un sintetico resoconto informale della seduta. Queste le principali decisioni assunte e gli argomenti affrontati:

1) approvazione di variazioni al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2013;

2) nuovo assetto operativo del Sardinia Radio Telescope;

3) avvio di una procedura di gara per il servizio di assistenza, manutenzione, sorveglianza ingegneristica ed upgrade del Sardinia Radio Telescope;

4) approvazione dell’aggiornamento, per l’anno 2013, del Piano triennale della Performance 2012-2014;

5) approvazione dell’accordo di collaborazione scientifica tra l’INAF e la Fondazione Clément Fillietroz Onlus/Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d’Aosta;

6) approvazione della Convenzione tra l’INAF e l’Università degli Studi di Napoli Federico II per l’attivazione di una borsa di studio da destinarsi al corso di dottorato di ricerca in Fisica fondamentale ed applicata – Ciclo XXVIII, con sede amministrativa presso l’ateneo partenopeo;

7) parere favorevole al rinnovo della Convenzione tra l’INAF e la Scuola Normale Superiore di Pisa;

8) approvazione delle modifiche sollecitate dal MIUR alla bozza definitiva del Regolamento del Personale dell’Istituto.

archiviato sotto: , ,

Un anno al Polo Sud, con la bandiera sarda

18/11/2017

Fra i 13 winter-over che oggi s’imbarcano per il Polo Sud c’è anche Marco Buttu dell'Inaf di Cagliari. Media Inaf lo seguirà da vicino nella sua impresa polare e racconterà periodicamente la sua avventura fino al rientro, previsto per dicembre 2018, dopo ben tredici mesi di isolamento fra i ghiacci

L’acqua terrestre viene da Giove?

17/11/2017

Nel periodo più movimentato del Sistema solare, cioè durante la formazione dei pianeti, Giove e Saturno avrebbero scagliato planetesimi e bolidi pieni di acqua verso la parte interna più vicina al Sole. Il disco protoplanetario era già carico di acqua prima della nascita della Terra. Questa le conclusioni di due ricercatori presentate in un articolo sulla rivista Icarus

Onda gravitazionale presa al volo

17/11/2017

Era stata momentaneamente messa da parte perché sopravanzata da altre due più importanti, ma ora è stata annunciata in un articolo in via di pubblicazione su Astrophysical Journal la quinta osservazione di onde gravitazionali prodotte dalla fusione di una coppia di buchi neri, rilevata l'8 giugno scorso dagli interferometri Ligo