Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Course on 'Astrophysical and Space Plasmas'

Course on 'Astrophysical and Space Plasmas'

The International School of Space Science of the Consorzio Interuniversitario per la Fisica Spaziale organizes a Course on “Astrophysical and Space Plasmas”, to be held in L’Aquila, Italy, September 02-08, 2012.

The International School of Space Science of the Consorzio Interuniversitario per la Fisica Spaziale organizes a Course on “Astrophysical and Space Plasmas”, to be held in L’Aquila, Italy, September 02-08, 2012, and directed by A. Ferrari, M. Tavani, B. Coppi and R. Rosner.

The aim of the School is to present a comprehensive discussion of the plasma processes relevant to the astrophsyical context, from low energy phenomena in planetary systems to the very high energy objects recently discovered through X and gamma ray observatories.
Introductory lectures will be dedicated to an analysis of observations available from ground and space observatories enlightening the thermal and non-thermal plasma processes necessary for their interpretation. At the same time the theoretical tools, analytical and numerical, necessary for their interpretation will be presented from an institutional point of view. Finally current models of the astrophysical objects and phenomena will be discussed with particular attention to the critical points with the objective of selecting new research lines.

Applications are due before June 24, 2012 through the School website http://www.cifs-isss.org/application

For further information visit http://www.cifs-isss.org/ or send an e-mail to ssc@aquila.infn.it

archiviato sotto: , , ,

Il vento fa il suo giro, ma sbagliato

23/01/2018

Scoperto più di dieci anni fa, il pianeta gigante gassoso CoRoT-2b continua a tenere banco per alcune sue caratteristiche insolite. L’ultima scoperta è che probabilmente spirano dei venti equatoriali diretti verso ovest, al contrario di quanto teorizzato e osservato finora in altri gioviani caldi

Se 4,2 milioni di chilometri vi sembran pochi

23/01/2018

Nella notte del 4 febbraio prossimo un asteroide del diametro di circa 500 metri raggiungerà la minima distanza dalla Terra, a oltre dieci volte lo spazio che ci separa dalla Luna. Rischio zero per impatti o interazioni con il nostro ambiente planetario. Facilità di osservazione? Molto bassa, la sua luminosità non lo renderà visibile ad occhio nudo

Viaggio nel tempo a bordo della polvere di stelle

23/01/2018

Senza muoversi dal laboratorio, analizzando gli isotopi di alcune meteoriti, un team di ricercatori della Carnegie University è tornato indietro di 4,6 miliardi di anni per studiare in quanto tempo si formino i grani di polvere dopo le violente esplosioni di stelle