Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Elezioni per la designazione di 5 componenti del Consiglio Scientifico

Elezioni per la designazione di 5 componenti del Consiglio Scientifico

Approvazione definitiva delle liste dell'elettorato attivo e passivo

Si rende noto che, con Determina del Direttore Generale del 16 aprile 2020, numero 45, sono state approvate in via definitiva le liste dell'elettorato attivo e dell'elettorato passivo ai fini dell'espletamento delle operazioni di voto per la designazione di cinque componenti del Consiglio Scientifico dell'INAF, nel rispetto di quanto disposto dall'art. 4, comma 1, lett. g), del Regolamento di disciplina delle relative elezioni.

Nella sottosezione "Altri contenuti" ("Dati ulteriori") della sezione "Amministrazione trasparente" di questo sito web sono disponibili tutti gli aggiornamenti relativi alla consultazione elettorale.

archiviato sotto: ,

Va a Jacopo Nanni il Premio “Gianni Tofani”

26/05/2022

Si conclude oggi, giovedì 26 maggio, la prima edizione del Premio intitolato a Gianni Tofani, ingegnere scomparso prematuramente nel 2015, figura di primo piano dell’Osservatorio astrofisico di Arcetri e dell’Inaf. Ad aggiudicarsi i 25mila euro in palio e il soggiorno in Australia per realizzare il suo progetto di radioastronomia è stato Jacopo Nanni, ricercatore all’università di Bologna

Risolta la “crisi delle abbondanze solari”

26/05/2022

Una rivisitazione dei processi fisici che generano lo spettro osservato della nostra stella mostra come le abbondanze chimiche siano leggermente diverse da quelle indicate nelle analisi precedenti, risolvendo in tal modo anche un conflitto – sul quale gli scienziati si interrogano da tempo – con le misure della struttura interna del Sole provenienti dall’eliosismologia

Gaia e la magia della fotometria sintetica

25/05/2022

L’immagine scelta questa settimana come “Image of the Week” dal team della missione Gaia dell’Esa mostra una mappa con milioni di stelle della Via Lattea viste come le vedrebbe il telescopio spaziale Webb attraverso filtri scelti arbitrariamente dai ricercatori. È in un certo senso la prima mappa spettrale mai prodotta da Gaia: un capolavoro di calibrazione e software firmato da un team guidato da Paolo Montegriffo dell’Istituto nazionale di astrofisica