Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Al via i lavori dello Spoke a guida INAF del Centro Nazionale HPC, Big Data e Quantum Computing (ICSC)

Al via i lavori dello Spoke a guida INAF del Centro Nazionale HPC, Big Data e Quantum Computing (ICSC)

La Sede centrale dell'INAF a Roma ospita nei giorni 27 e 28 ottobre il primo meeting ufficiale della Spoke Astrophysics and Cosmos Observations, del Centro Nazionale ICSC, approvato nell'ambito dei finanziamenti relativi ai fondi del PNRR MUR

Nei giorni 27 e 28 ottobre INAF, nella sua sede centrale di Roma, ospiterà i lavori di inizio ufficiale delle attività dello Spoke 3 denominato  Astrophysics and Cosmos Observations. Lo Spoke, a guida INAF e in collaborazione con INFN, vede la partecipazione delle Università di Roma Tor Vergata, Trieste, Catania, Torino, della Scuola Normale Superiore di Pisa e della SISSA.

Aderiscono alle attività dello Spoke alcune rilevanti imprese del nostro Paese già socie fondatrici del Centro Nazionale ICSC, quali Banca Intesa Sanpaolo, UnipolSai, Sogei e IFAB.

Lo Spoke coinvolge complessivamente circa 150 ricercatori di tutti gli enti e delle imprese. Le principali linee di ricerca dello  Spoke riguardano  attività legate al Calcolo ad Alte prestazioni, Machine Learning e Visualizzazione, Big Data processing e archiviazione, con lo sviluppo di nuovi algoritmi capaci di poter affrontare le sfide computazionali del prossimo futuro con l'utilizzo delle nuove infrastrutture Exascale.

Le attività saranno svolte nel contesto delle principali linee di ricerca dell'Astrofisica quali la Radioastronomia, tra cui spicca il progetto SKA, le missioni spaziali come Euclid e Gaia, le simulazioni su larga scala, la fisica delle alte energie e la fisica fondamentale.

Le imprese, con il supporto dei ricercatori degli Enti e Università affiliati allo spoke, avranno  specifiche attività che sono  collegate agli strumenti che saranno sviluppati negli ambiti della ricerca e che troveranno applicazioni pratiche nell'immediato, apportando quindi un contributo alle azioni del piano MUR del PNRR che  fornisce supporto a tutta l'iniziativa: “Dalla Ricerca all'Impresa”.

 

Per maggiori informazioni:

archiviato sotto: ,

Anello di detriti attorno al pianeta nano Quaoar

08/02/2023

L’anello che circonda il corpo transnettuniano si trova oltre il limite di Roche il che è particolarmente interessante: questo limite determina la distanza dopo la quale qualsiasi oggetto celeste in avvicinamento al pianeta verrebbe fatto a pezzi. Lo studio su Nature

Alla scoperta della galassia invisibile

08/02/2023

Un oggetto misterioso e lontanissimo che si nasconde anche alle strumentazioni più avanzate in un universo vecchio “appena” due miliardi di anni dopo il Big Bang. Le sue caratteristiche sono ora descritte da un’equipe della Sissa in uno studio appena pubblicato su The Astrophysical Journal

Lavorare all’Esa come Young graduate trainee

08/02/2023

È aperto il bando 2023 del programma Young graduate trainee (Ygt) dell’Agenzia spaziale europea, che offre più di cento posizioni per giovani laureandi o laureati, in una delle sedi dell’Esa fra Olanda, Francia e Germania. Le possibilità sono diverse: ce n’è per astrofisici, ingegneri di ogni tipo e anche comunicatori. Ne parliamo con chi Ygt lo è stato, l’ingegnere aerospaziale Antonio Gabriele, oggi all’Esa come System engineering and operations manager